Oggi, 23 settembre 2017

I Rolling Stones a Lucca… e io a casa con un piede ingessato !

https://youtu.be/nrIPxlFzDi0

SGRUNT!!!


(Era poi ieri)

Annunci

Post scemi…serio

Costretta all’assoluto riposo per una caduta, mi sto letteralmente rompendo i gioielli anzi, vi chiedo scusa se mi scapperà qualche francesismo. Sono un tipo dinamico ed essere costretta all’immobilità mi rende nervosa e intrattabile. Non posso fare nulla, non devo fare nulla tranne che qualche cosina da seduta. Così ho scoperto il rilassante mondo del tricot e dell’uncinetto, mi ci sono buttata con zelo, convinzione ed ottimismo. I primi tentativi sono stati tragici, da dimenticare; quasi mi veniva da piangere, guardavo i miei gomitoli, i ferri e gli uncinetti con odio, volevo mollare tutto! Poi ho pensato:
“E se questa caduta fosse un segno del destino? Se io fossi una potenziale creatrice di capolavori? Magari potrei creare una mia griffe…chissà…” Poi mi sono ridimensionata ed ho pensato che tutta quella lana e quel cotone mi era costato un totale ed era meglio che cercassi di ricavarne qualcosa. E così mi sono rimessa al lavoro, centrini, cappellucci copertine bavaglini per bimbi (per le amiche neomamme). Ma poi ho messo tutto da parte, mi uscivano i centrini ache dalle orecchie. E così eccomi di nuovo senza niente da fare, finchè due sere fa ho deciso di fare una cosa trasgressiva. Mentre mio marito spaparanzato sul divano si guardava l’ennesimo documentario su Hitler, il nazismo, la seconda guerra, la prima, quelle di Indipendenza, sannitiche, puniche,del Vietnam ecc., io che ormai, conosco anche la taglia delle mutande e dei calzini di Hitler, ho pensato che, in risposta a tanto sapere, ci stava benissimo una serata trash, ma proprio trashissima, in tutto, a cominciare dai pasti. E così mi sono fatta portare a letto tutte le porcherie che si possano immaginare, patatine fritte al peperoncino, Fonzies, M&M’s (quelli on la nocciolina ricoperta di ciocccolata), Marshmallows, salatini da aperitivo, pistacchi, panini da hotdog del Mulino Bianco da farcire,mayonnaise e sottaceti per la farcitura, megabarattolo di cioccolato spalmabile della Lindt, bottiglione di CocaCola e uno di Schweppes. Ci manca solo il rutto libero di Fantozzi. E poi? Poi ho preso lo smartphone dove ho l’app di Mediaset on demand ed ho scelto un programma che ho sempre criticato aspramente, e che continuo a criticare, mi sono detta, come Nanni Moretti, “Facciamoci del male!” e mi sono buttata su “Uomini e Donne” di Maria de Filippi, quello over, dove ci sono arzilli vecchietti e mature carampane che cercano di accoppiarsi. Parliamoci francamente, non ho niente in contrario che un vedovo/a cerchi qualcuno per sentirsi meno solo/a nella vecchiaia,ma porca pupazza, c’è modo e modo!
Mi era capitato tempo fa di vedere qualche puntata della trasmissione con ragazzi e ragazze e mi aveva irritato già quella. Ma questi tronisti over sono una cosa indegna! Maria sorniona dirige le danze e osserva, commenta, stuzzica con malizia. Seduti su due sedie ci sono gli opinionisti, Gianni Sperti, ex ballerino che si vede che deve aver litigato co Tersicore perché non ricordo di averlo mai visto ballare. Ma la diva è lei, Tina Cipollari che si scaglia violentemente contro i malcapitati aspiranti compagni/e, un donnone con tette e pance dappertutto, truccata così pesantemente che nemmeno un travestito si concerebbe così pima di andare al “lavoro”. Petulante, arrogante, maleducata, non lascia parlare nessuno ed offende pesantemente. Neppure Il povero Gianni Sperti riesce a spiccicare verbo mentre lei sbraita ininterrottamente!
La sua nemica n. 1 è una certa Gemma Galgani, bionda, occhi azzurri, snella, ben vestita, 67 anni (e si vedono tutti), la truccatrice probabilmente usa la cazzuola da muratore per spalmarle il trucco sul viso. Insomma fate conto di vedere la Barbie già in pensione da una decina di anni Figure di contorno l’ex di Gemma, Giorgio Manetti da Firenze, l’exx Marco e l’exxx del quale non ricordo il nome. Tutti più giovani e rei di averla sedotta e abbandonata spezzandole il cuore, cuore che lei riusciva tutte le volte a rimettere in sesto. Bene, queste due donne si azzannano sotto gli occhi di tutti, a volte partecipano anche gli exxxxxx di Gemma portando una vivace nota di allegria in studio. Il resto del pubblico si divide in fazioni e fa un tifo da stadio.
Io sono rimasta basita e mi è venuto da pensare:
“Ma sono questi i messaggi che vogliamo mandare ai nostri figli?”
E mi sono ripromessa di dare un’occhiata anche al Grande Fratello, l’Isola dei Famosi et similia. Chissà che sorprese ci trovo…
Mi chiedo chi è il genio che scrive simili porcate, ma ancora di più mi preoccupa il fatto che ci sia gente che segue queste puttanate!

AVVISO ai NAVIGANTI 

Chissà quanti di voi usano Whatsapp… ogni tanto arrivano messaggi che invitano a compiere determinate azioni per usufruire di nuove funzioni. E alcuni ci cascano… Ma sono tutte bufale! L’ultima in ordine di tempo è la seguente:

WhatsApp, nuova truffa in arrivo, attenzione ai finti testi colorati

23 agosto 2017

Ultime news dal mondo di WhatsApp, attenzione all’ennesima truffa. Gli hacker confezionano la nuova bufala dei testi colorati.

WhatsApp, nuova truffa in arrivo, spuntano i finti testi colorati

WhatsApp, pericolo hacker, attenzione alla truffa dei testi colorati –

La nostra carrellata nel mondo di WhatsApp

continua senza sosta. Come sempre tante news dalla chat in verde, capace sempre di essere al passo coi tempo, ma anche meta di furbetti. La moda dei post colorati ha invaso Facebook, gli sfondi color rosso, verde, azzurro o tutti gli altri colori che madre natura ci ha dato, hanno fatto il botto sul famoso social network, quale idea migliore di proporre tale spunto anche per la famosa chat di messaggistica più famosa del pianeta? Arriva quindi anche per WhatsAppla funzione dei testi colorati, peccato che sia una truffa.

I tanti aggiornamenti cheWhatsApp rilascia possono ingannare gli utenti e come sempre ad approfittarne sono gli hacker. Ad inizio mese, circolò la notizia secondo la quale WhatsApp aveva avviato un programma di test, su Android, per collaudare gli stati temporanei con sfondi colorati. Probabilmente, puntando sulla confusione generata da una novità, semi-annunciata ma non ancora vista in prima persona, gli hacker hanno imbastito una nuova cyber truffa online che, ancora una volta, utilizza WhatsApp come canale di diffusione. Insomma, ancora una volta i furbetti ci hanno provato, ma fortunatamente il web pullula anche di brava gente, e i cattivoni nemici della privacy sono stati scoperti

In queste ore diversi utenti di WhatsApp

 hanno segnalato d’aver ricevuto un messaggio nel quale li si avvisava della possibilità di inviare testi colorati, scaricando un aggiornamento per WhatsApp: per avvalersi di quest’opportunità, bisognava prima cliccare su un link e, poi, condividere il messaggio con 10 propri contatti, per poter verificare l’identità dell’utente.cliccando sul link allegato al messaggio, parte l’iscrizione ad abbonamenti con tariffazione maggiorata, e si installa in locale un adware che ci tempesta di fastidiose pubblicità. Per cautelarsi contro questa nuova aggressione informatica, il primo passo è quello di non re-indirizzare il messaggio ricevuto, mettendo – anzi – in guardia i propri contatti. In seguito, è bene controllare il drawler per individuare e rimuovere ogni app insolita di cui non si abbia memoria

Capito? Occhi aperti!

Rilettura

Anche se non scrivo più come una volta, ho l’abitudine di rileggere qua e là gli articoli ed i commenti che mi sono piaciuti di più. Uno di questi è sicuramente “FUTURO” di Pattykor ed i relativi commenti di Quarchedundepegi. A proposito dello spirito che ritorna per completare un percorso, mi piacerebbe sapere da voi, dando per scontato che possa essere possibile, chi vi piacerebbe poter essere in un’altra vita e perché? 

Modena da’ lezioni di civiltà e organizzazione a Chiara Appendino

https://www.gaiaitalia.com/2017/07/02/modena-da-lezioni-di-civilta-e-organizzazione-a-chiara-appendino/

Per Vasco posso fare anche lo sforzo di postare questo articoletto. 

Nota:

Non so chi sia questa “gaiaitalia” e non mi interessa saperlo, però devo dire che ha messo in evidenza un punto importante della faccenda. Non è cosa da poco organizzare eventi del genere ma non è certo impossibile. 

Mi piacerebbe sapere, perché A Giovanna di Rosa sta così antipatica Modena ed i suoi abitanti… ogni città ha le sue caratteristiche sia positive che negative, non si può fare di tutte le erbe un fascio… a Napoli sono tutti mariuoli, a Roma sono tutti caciaroni, a Genova sono tutti spilorci, a Milano si credono di essere i padroni del mondo… ma scherziamo? La malagente c’è ovunque,  come la gente perbene.