Dedicato esclusivamente a Pattykor

https://youtu.be/-c2z68GnRYA
Ti ho messo la raccolta intera, spero apprezzerai. e soprattutto spero si apra. Ed ora passiamo alle cose serie.
Ecco una notizia che ti tirerà su il morale…
I cervelli degli anziani sono lenti perché sanno tanto! Le persone non diminuiscono con l’età la loro capacità mentale, ci vuole solo più tempo per ricordare i fatti perché hanno molte più informazioni nel loro cervello.
Gli scienziati credono che proprio come il disco rigido del computer, quanto più è pieno di dati, rallenta le operazioni, così fanno gli esseri umani; ci vuole più tempo per accedere alle informazioni quando il loro cervello è pieno.
I ricercatori dicono che questo processo di decelerazione non ha nulla a che fare con il declino cognitivo.
Secondo il dott. Michael Ramscarl, il cervello umano lavora più lentamente nella vecchiaia, semplicemente perché ha una grande quantità di informazioni da gestire, accumulate, memorizzate nel tempo.
I cervelli degli anziani non sono indeboliti, ma al contrario sono pieni di saggezza!
Le persone anziane, a volte, vanno in un’altra stanza per cercare qualcosa, quando arrivano non sanno più cosa cercare.
Questo non è affatto un problema di memoria; è il modo logico con il quale il nostro sistema opera con il brillante obiettivo di far esercitare di più la memoria delle persone anziane.
Percio quando non ricorderai  una parola o un nome, non ti  scusare  dicendo “La mia testa non  funziona ….
Devi dire invece: “Il mio disco rigido ha una quantità enorme, straordinaria di informazioni, perciò va più a rilento.

Non è confortante? Magari è una balla, una fake new come si dice oggi, ma mi mette di buonumore.

8 pensieri riguardo “Dedicato esclusivamente a Pattykor

      1. Chiunque, ovunque e comunque …ma non ricordavo (e non ricordo tuttora) cosa avessi fatto il giorno prima

          1. Comunque è tutto sotto controllo. Prevedo che presto , dopo le varie Giornate della mamma, della donna, del papà è via cantando, ci sarà anche la giornata dei malati di Alzheimer. Ci ritroveremo tutti insieme a festeggiare l’Alzheimer Pride.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...