Anni 80 in discoteca

Sì certo, chi poteva permetterselo, io no di sicuro. È allora spiavo Raffaella e Sandra, mie vicine, che invece ci andavano. Che cosa si ballava in discoteca negli anni 80?

Ce n’erano due che sono stati ballati e ascoltati fino alla nausea…..

Non dite che non li conoscete, le suonavano anche ai matrimoni e ai funerali, i due momenti più critici per l’uomo e la donna, momenti in cui bisogna stemperare la tensione: il matrimonio perché l’uomo ha il dubbio di star facendo qualcosa di impegnativo e pericoloso ma ancora non gli è chiaro in quale trappola si è cacciato e  allora dai, facciamo un po’  di musica.

Il secondo per ovvi motivi, affinché il defunto possa affrontare il lungo viaggio con serenità.

Ma la smania per la discoteca e nata soprattutto con LUI, John Travolta che fu lanciato dal film “Saturday night fever”. Grazie anche ad una colonna sonora molto accattivante…..

Loro sono i Bee Gees, complesso australiano formatosi nei primi anni 60. Quello che segue è uno spezzone tratto dal film…

È dopo questo prodigioso numero di Travolta vado a farmi in the, ma voi continuate a ballare….

24 pensieri riguardo “Anni 80 in discoteca

    1. Odio la discoteca, allora avevo 13 anni ed i miei genitori erano molto severi. Però ballare mi piace moltissimo. Partecipavo alle festicciole fatte in casa.
      Dimmi che cos’è che ti piace, non dovrebbe essere un elenco lungo…..

        1. Bene. Resto in trepidante attesa. Un consiglio, perché non leggi “La nausea” di Sartre? Potresti trovarlo divertente e farti due risate…

          1. Forse è già presente nella mia libreria, controllerò.
            Mi è venuta in mente una cosa che mi piace: il silenzio.

            1. Come fai a saperlo?
              Hai una microcamera nascosta nella mia camera?

            2. Grazie, anche se penso che approfitterò della pausa per far riposare i polsi 😛

            3. Non credo che serva: il libro che sto leggendo è poco ergonomico, ma i caratteri sono discretamente grandi 😛

            4. Bene, vedo che stai imparando a conoscermi.
              Comunque, tanto per la cronaca, compro sempre nei mercatini dell’usato.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...