Noi e l’Europa

Ogni tanto ci vuole qualcosa di serio, anche perché non pensiate a me come una spensierata oca ridens. Anche se non ne parlo molto condivido preoccupazioni e malesseri con chi mi circonda.  Pubblico pertanto un messaggio ricevuto stamattina che rispecchia perfettamente il mio modo di pensare.

LO STATO chiede
di aumentare l’età
delle pensioni perché in EUROPA tutti
lo fanno.

NOI CHIEDIAMO IN CAMBIO:

– di arrestare tutti i politici corrotti, di allontanare dai pubblici uffici tutti quelli condannati in via definitiva o che patteggiano perché in EUROPA tutti lo fanno, o si dimettono da soli per evitare figure imbarazzanti.

NOI CHIEDIAMO:

– di dimezzare il numero di parlamentari perché in EUROPA nessun paese ha così tanti politici!

NOI CHIEDIAMO:

– di diminuire in modo drastico gli stipendi e i privilegi a parlamentari e senatori, perché in EUROPA nessuno guadagna come loro.

NOI CHIEDIAMO:

– di poter esercitare il “mestiere” di politico al massimo per 2 legislature come in EUROPA fanno tutti!

NOI CHIEDIAMO:

– di mettere un tetto massimo all´importo delle pensioni erogate dallo Stato (anche retroattive), max 5.000,00 Euro al mese di chiunque, politici e non, poiché in EUROPA nessuno percepisce 15/20 mila oppure 93.256,00 euro al mese di pensione, come avviene in ITALIA per gli ex dirigenti di Stato.
Il 10% del costo delle pensioni italiane appartiene a questi soggetti.

NOI CHIEDIAMO:

– di far pagare farmaci, visite specialistiche e cure mediche ai familiari dei politici poiché in EUROPA nessun familiare dei politici ne usufruisce come avviene invece in ITALIA dove con la scusa dell’immagine vengono addirittura
messi a carico dello stato anche gli
interventi di chirurgia estetica, cure balneotermali ed elioterapiche dei familiari dei nostri politici!

CARI MINISTRI

– avete votato unanimemente l’aumento del 300% dei vostri rimborsi spese, portandoli a 150.000,00 Euro annui oltre ai 19.600,00 Euro di stipendio mensile che vi paghiamo.

– non ci paragonate alla GERMANIA dove non si pagano le autostrade, i libri di testo per le scuole sono a carico dello Stato fino al 18° anno d’età, il 90% degli asili e dei nidi sono aziendali e gratuiti e non vengono chiesti 400/450 Euro come gli
asili statali italiani!

IN FRANCIA:

– le donne possono evitare di andare a lavorare part time per racimolare qualche soldo indispensabile in famiglia e percepiscono dallo Stato un assegno di 500,00 Euro al mese come casalinghe più altri bonus in base al numero di figli.

IN FRANCIA:

– non si pagano le accise sui carburanti delle campagne napoleoniche, mentre per noi la pressione fiscale su ogni litro è del 75% e paghiamo ancora per la guerra d’Abissinia!

IN INGHILTERRA:

– il capo della polizia di Scotland Yard guadagna la metà rispetto ad un questore italiano.
– loro non fanno parte della UE e non versano tributi a fondo perduto per mantenere i nostri politici.

IN BELGIO:

– tutte le visite mediche e le ecografie delle gestanti sono a carico dello Stato oltre al sussidio di disoccupazione di 900,00 Euro fino a quando si riesce a trovare lavoro.

IN SVEZIA:

– lo Stato regala ad ogni pensionato una bicicletta o l’esenzione del biglietto di trasporto al fine di raggiungere a costo zero i centri commerciali.
Chiediamo troppo? Ci sembra che stiate tirando troppo la corda… non vorrei che la nostra pazienza si esaurisse…

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

6 pensieri riguardo “Noi e l’Europa

  1. In linea teorica andrebbe bene …epurando prima delle esagerazioni e delle inesattezze.
    Di solito chi fa questa demagogia cerca solo di andare al potere per sostituirsi a chi c’è ed accaparrarsene i vantaggi

    1. Sì è vero ma è quello che pensa la gente comune che ha troppi problemi per mettersi a guardare troppo per il sottile. E a volte mi sorprendo a pensarla come loro… te la dirò tutta: se si andasse a votare domani non saprei a chi dare il voto

      1. Il problema è proprio questo, “la gente comune” NON pensa e si beve tutto ciò che viene scritto in rete, anche le bufale peggiori.
        E non solo la gente comune; in questi giorni sto seguendo su LinkedIn i post di uno noto alle cronache giudiziarie per truffe varie, che si presenta come “filantropo” è che ha organizzato ieri un “incontro” in un hotel di Milano per presentare un nuovo progetto “eccezionale” …dovresti vedere i commenti estasiati di quanti è riuscito ad intortare. Ed è una persona ch in una intervista dichiarò di dovere le sue “fortune” proprio alle bufale che era riuscito a far bere ai giornalisti finanziari.
        Vedi tu

  2. Noto anche io diverse inesattezze.
    E vorrei anche dire che questo è il Paese in cui gli artigiani come mio marito a volte non riescono a prendere determinati lavori perché si preferisce darli a chi non fa pagare l’IVA.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...