Vogliamo parlare di corna?

Parliamone dunque, innanzitutto smettiamola di chiamarle “corna” che è brutto e obsoleto. Potremmo definirle amore allargato, condiviso, altruista, multidirezionale, esteso, geometrico… che c’entra la geometria? E dove li mettete i triangoli, i quadrati, i dodecaedri? Questi ultimi solo per i più allenati fisicamente e psicologicamente. Ma per semplificare le cose continueremo a chiamarle  “corna”. D’estate si intensificano perché con  il caldo l’ormone si ringalluzzisce tutto e si guarda attorno speranzoso. E siccome col caldo ci si libera degli indumenti fino a rimanere con un velo di cipolla addosso, l’ormone è felice come un bambino al lunapark e comincia  a darsi da fare. Ma devo dire che anche nelle altre stagioni se la natura chiama…l’ormone risponde.

 Intanto devo fare un distinguo, le corna non sono tutte uguali, si dividono in due categorie: L’adulterio e  la scappatella. Il primo è organizzazione, il secondo è occasione. Il primo va studiato, pianificato e curato puntigliosamente senza trascurare nessun particolare.  Ci vogliono una memoria incommensurabile, una capacità organizzativa degna di un manager, un’abilità mentale stratosferica (per riuscire a mentire anche davanti all’evidenza) oltre che fisica (per i casi in cui ci si debba dare alla fuga per sfuggire ad un marito inferocito). Per la scappatella invece… beh ero lì, non ci pensavo neppure, invece guarda un pò è capitato. Un pò come andare a passeggio e pestare senza volerlo una cacchetta. È capitato, mica l’ho cercato io, dicono che porti fortuna… staremo a vedere. Anche nel caso della scappatella comunque è consigliata una discreta  abilità nel mentire. Non si sa mai come vanno queste cose

Vorrei aprire una parentesi polemica: è risaputo che quando il tradimento avviene all’interno di una coppia sposata si parla di adulterio, un peccato punito gravemente  ma solo quando si tratta di un’adultera! Da sempre infatti  vige la simpatica convenzione secondo la quale se a tradire è il marito lui è un furbacchione e la moglie  è un’ingenua. Se però a tradire è  la moglie lui è un cornuto e lei è una zoccola! Miei cari, siamo tutti sullo stesso piano e per consolarvi pensate che le corna sono come le scarpe,  tutti nella vita ne abbiamo avuto almeno un paio se non di più.  Inoltre va detto che molte volte le corna di uno sono l’inevitabile conseguenza del comportamento sbagliato dell’altro.  Una signora fu colta in flagrante dal marito che strepitava agitando i pugni minaccioso: “tradimento! Questo è tradimento!” Lei con logica tutta femminile gli rispose: “e con questo? Anche mettere su 50 kg. dopo il matrimonio è tradimento.”

Però, lasciatemelo dire, la tecnologia, parlo del web e degli smartphone,  ha tolto alle corna quel sapore di proibito che le rendeva stuzzicanti. Infatti se da una parte favorisce senza ombra di dubbio le relazioni, dall’altra appiattisce la qualità del rapporto. È vero che grazie a messaggini e mail possiamo essere sempre vicini e comunicare, ma tutto è facilitato, scontato, basta un clik; non c’è più emozione. Una volta  per fare una telefonata si doveva scendere in strada, cercare una cabina telefonica per telefonare a lui/lei sperando che ci fosse e che fosse possibile uscire insieme. Telefonare da casa? Follia pura! Si restava per giorni senza notizie e agli appuntamenti si rischiava spesso di prendere buca  bastava che l’altro avesse un contrattempo e naturalmente non poteva  avvisarti.  Era stressante però dava alla faccenda quel sapore che…mentre ora basta un messaggio o un whatsapp e tutto è facile, snellito sì, ma privato della sua magia. Oddio, fra i lati positivi non possiamo certo negare che se mentre prima si doveva nascondere l’amante nell’armadio, ora basta gettare lo smartphone fuori dalla finestra. È innegabile che i legami umani sono stati sostituiti dalle connessioni. Mentre i legami richiedono impegno, connettere d scontentare è un gioco da ragazzi.

Concludo dicendo che, al di là di tutto quanto; rimane una considerazione da fare e cioè che è richiesta una volontà molto forte per resistere al tradimento. Emmanuel Lévinas ha parlato della “tentazione della tentazione”. È lo stato dell’essere tentati ciò che in realtà desideriamo, non l’oggetto che la tentazione promette di consegnarci. Desideriamo quello stato perché è un’apertura nella  routine. Nel momento in cui siamo tentati  ci sembra di essere liberi, stiamo già guardando oltre la routine ma non abbiamo ancora ceduto alla tentazione. Non abbiamo ancora raggiunto il punto di non ritorno. Un attimo più tardi, se cediamo, la libertà svanisce e viene sostituita da una nuova routine. La  tentazione è un’imboscata nella quale cadiamo allegramente.

https://youtu.be/4xyXxpbjTw4

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

9 pensieri riguardo “Vogliamo parlare di corna?

  1. Due considerazioni. Prima, avere più relazioni può essere indice di generosità (o, come dico io, perché fare felice una sola donna se posso renderne infelici due o tre?). Seconda, le zoccole hanno una grande valenza sociale, andrebbero premiate più che stigmatizzate.

    1. Prima considerazione: sarebbe come dire “perché accontentarsi di un pesce solo quando esiste il fritto misto?”
      Seconda consuderazione: per zoccola che cosa intendi? Le prostitute regolarmente iscritte all’Albo oppure quelle che la danno senza essere iscritte? E che lo danno aggratis?

      1. Il fritto misto lo mangi tutto nello stesso momento. Si possono mangiare due pesci nella stessa giornata, magari uno a pranzo e l’altro a cena 😜
        Quando ho pagato per una donna, mi è costato moltissimo, e non l’avevo neppure raccattata in strada …..intendo quelle come Bocca di Rosa, che lo fanno per passione

  2. Hai detto giusto…delle volte le corna sono l’inevitabile conseguenza del comportamento sbagliato dell’altro! Anche se a me le corna non piacciono, ne farle, ne portarle. Infatti non le ho mai fatte ,se le ho non lo so!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...