Apocalypse now

Devo smettere di leggere il giornale,  fregarmene insomma. Comincio a provare un fastidioso malessere ogni volta che leggo. Sarà che le notizie non sono proprio di quelle che ti tirano sù di morale, sarà che i tempi sono quelli che sono, sta di fatto che a volte ho paura di sfogliare un giornale. Lo stesso vale per le notizie in TV e sul Web.  Questa per esempio l’ ho scovata stamattina sul Web, ve la riassumo:
Tre studi americani condotti dalle Universita di Standford, Princeton e Berkeley hanno condotto a questa conclusione: la Terra e’ entrata in nuovo stadio di estinzione e l’uomo potrebbe scomparire, proprio come accade ai dinosauri 65 milioni di anni fa,  il Pianeta ha infatti varcato la soglia del “sesto grande evento di estinzione di massa”.  Lo studio ha analizzato il tasso di scomparsa dei vertebrati – specie a cui appartiene anche l’uomo – attraverso i resti fossili di quelli gia’ persi; il risultato e’ stato sconvolgente: il ritmo di estinzione e’ infatti 114 volte piu’ veloce del normale. Dal 1900, piu’ di 400 specie sono gia’ sparite, un numero che gli esperti si sarebbero aspettati in 10mila anni.
 Tra le cause di questo processo il  riscaldamento globale, inquinamento e deforestazione. E la distruzione dell’ecosistema mette in moto una reazione che  rischia di creare danni a catena. Tanto per fare un esempio le api stanno scomparendo e senza  di loro non ci sarà più l’impollinazione, indispensabile per l’agricoltura e per l’ambiente.
Non è una bella notizia, vero? Cerchiamo di vederla in un altro modo.  A tutti sarà capitato ogni tanto di fare le pulizie grosse, gettare le cose che non servono più,  ricominciare da capo, ex novo. La terra è come un’enorme  casa abitata da inquilini che col tempo sono diventati sempre più prepotenti, avidi, egoisti e supponenti.  Invece di vivere in armonia tra di loro volendosi bene, hanno cominciato a guardarsi in cagnesco e a tirare su mura isolandosi e  lasciando fuori gli altri, considerati stranieri e pertanto gente da cui guardarsi. Hanno poi fatto manbassa di tutto quello che hanno trovato nella dispensa e non contenti hanno cercato di modificare anche la struttura della casa stessa, tanto che la costruzione ha cominciato a scricchiolare e a perdere pezzi. Ma loro, ciechi sordi e ostinati,  hanno continuato nella loro opera di distruzione convinti di essere onnipotenti e al disopra di tutto. Finché l’architetto che aveva  costruito questa bellissima casa  si è proprio rotto le balle. Se ne stava andando a spasso in bicicletta quando ad un tratto si è fermato ed ha  esclamato “gli è tutto sbagliato! Gli è tutto da rifare!” L’aveva sentito dire da un certo Bartali che come lui amava andare in bicicletta.
E così ha deciso di fare piazza pulita … per ricominciare da capo? Beh questa volta prima vuole riguardarsi bene il progetto per vedere dove ha sbagliato … anche se un sospetto c’è l’ha …

Riflessione personale
Forse è l’occasione buona per liberarci per sempre dei nostri politici …

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

8 pensieri riguardo “Apocalypse now

  1. L’hai visto il film “Home” del 2009? Tieni presente che ora siamo nel 2015 e quei dati saranno peggiorati. Quello peggiore è che deforestiamo per creare campi da allevamento intensivi di bovini per produrre carne per 7 miliardi di persone.

    1. Sì è una roba allucinante! Io sono molto preoccupata da tutto quello che sta succedendo. Siamo nelle mani di pazzi scriteriati. Ma che mondo lasciamo ai nostri figli? E che cosa abbiamo insegnato loro?

      1. Ma sì, il pianeta si riprenderà senza di noi, non ti preoccupare. Mi dispaice anche a me per i miei figli e nipoti, ma è la dura legge della natura, chi comanda non siamo noi.

        1. Hai ragione, ci vuole una soluzione drastica, in bel meteorite come con i dinosauri e alè, un bello sfoltimento. Così si sta più larghi.
          Avevo dimenticato Sara Ferguson!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...