Elogio del cretino

Tanto per rimanere in casa Lega, devo dire di aver preso un granchio colossale quando pensavo che Borghezio fosse la quintessenza della stronzaggine… non avevo ancora avuto il piacere di sentire e vedere Gianluca Buonanno. Ma stasera ho voluto proprio godermelo tutto, in diretta da “Piazza pulita” sulla 7. Sono rimasta basita! Dopo aver ascoltato le sue belinate sono giunta alla conclusione che:

1) Se è arrivato dove è adesso vuol dire che qualcuno lo ha votato.

2) Se è stato votato vuol dire che c’è qualcuno che purtroppo la pensa come lui.

3) Se purtroppo c’è gente che la pensa come lui, e c’è, come è potuto succedere che non ce ne siamo accorti prima e non li abbiamo rinchiusi a Guantanamo

Quindi, dopo una profonda e accurata disamina di quanto esposto, sono giunta ad una   conclusione:

Signori, io sono razzista, profondamente razzista, infatti provo l’irrefrenabile impulso di prendere a calci in culo Buonanno e quelli come lui. Ed ora andiamo a vedere che dice questo ineffabile puteolente individuo…

 

Dopo essere stato eletto sindaco e consigliere a più riprese, è stato eletto anche vicepresidente della provincia di Vercelli. Dopodiché  si candida come indipendente (Lista Buonanno) alle elezioni politiche italiane del 2001 nel collegio maggioritario di Cossato, ottenendo il 22,7% dei voti e sottraendone al candidato della Casa delle Libertà, che ha raccolto il 39,2% dei voti contro il 38,1% del candidato del centrosinistra. E il nostro eroe galoppa col vento in poppa finchè nel 2009 viene  nominato assessore al Comune di Borgosesia. Veramente inarrestabile! Prosegue indomito per la sua strada e lungo il percorso non manca di mettersi in luce per  prese di posizione e azioni eclatanti:  intraprende uno sciopero della fame, incantenandosi all’ingresso di un dispensario farmaceutico a Bornate. poi si incatena  all’ingresso dell’ospedale di Varallo, e qui bisogna dire che ha avuto veramente una botta di culo perché gli è venuto un coccolone e così si è fatto ricoverare direttamente. Ma di chi stiamo parlando? Di un fantasioso megalomane  forse? Nemmeno per sogno.  Buonanno è un uomo generoso e non pensa solo a se stesso, infatti ecco che nel 2002 concede ai cittadini di Varallo uno sconto del 50% sull’acquisto del Viagra. Come non sostenere un uomo del genere? Ma Buonanno non si ferma,  nel novembre 2005  organizza  una manifestazione di protesta presso la sede della Regione Piemonte a Torino: dopo aver montato un letto d’ospedale, si crocifigge. Proprio un uomo votato al martirio! Ma eccolo di nuovo preoccuparsi per i cittadini e introdurre una dieta a premi per quelli con problemi di peso, offrendo compensi in denaro pagati da uno sponsor a chi dimagrisce. Un vero filantropo! Seguono altre azioni che mettono in risalto la complessa e vulcanica personalità del nostro. Emette ordinanze su ordinanze, come vietare l’uso del burkini, del burqa e del niqab e punire con sanzione amministrativa il proferire bestemmie o ingiurie nei confronti della religione cattolica, dei suoi simboli, dei suoi rappresentanti e delle persone oggetto di venerazione. Dissemina le strade del territorio comunale di vigili per dissuadere gli automobilisti dal commettere infrazioni, però  istituisce il “bonus caffè”, che consiste in  un gratta e vinci e un caffè pagato a chi avesse ricevuto una multa. Ma da un uomo così pieno di avvedutezze che cosa ci si può aspettare ancora? Ad esempio che nei comuni da lui governati ci siano strade e piazze dedicate a Mussolini, Ayrton Senna, Totò, Ferrari,  una statua di Vasco Rossi. Poi un’idea assolutamente geniale, crea una spiaggia con ombrelloni lungo il torrente Mastallone, una sorta di Mastallone Beach.   Un uomo decisamente strabiliante! Ha persino fatto pubblicità a ditte di rubinetti. Bisogna inoltre riconoscergli una virtù che difetta in molti politici,  è il deputato con il più alto numero di presenze alla Camera, circa il 98%. Ma non è finita qui…Ha fatto affiggere il suo numero di cell sui muri della sua città per manifestare ai suoi elettori la disponibilità a fare il «deputato a domicilio», presentandosi su richiesta a casa dei cittadini. Ha inoltre espresso all’Amministrazione della Camera dei Deputati la formale rinuncia a un eventuale futuro vitalizio parlamentare. Uomo di spirito, non ha esitato ad affermare che ” l’esistenza della Padania come territorio indipendente è suffragata dall’esistenza del Grana Padano, prodotto tipico locale.

Ora mi chiedo, come sia possibile che un uomo così pieno di inventiva, generoso e spiritoso possa poi rovinare tutto mettendosi a spararle grosse.

 

Mahhh!

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

3 pensieri riguardo “Elogio del cretino

  1. La mia opinione è che sa bene quanto gli frutta quello che dice e come agisce. Si potrebbe pensare che da piccolino, saltando sul letto, sia caduto ed abbia battuto la testa fottendosi il cervello; ma non penso sia questa la causa principale…insomma per dirla in breve, a mio parere, si è dato questo personaggio, sapendo e godendo dell’immunità parlamentare, che può dire ciò che gli passa per quella testa di prepuzio infuocato (scusami per il termine…non mi viene altro). Dicevo che il personaggio sa quale e qianto sia il ritorno in termini monetari e di privilegi parlamentari. Non mi esprimo su chi lo ha votato…se non per dire che se tanto mi da tanto, quel voto VALE PROPRIO UNA CONFEZIONE DI VIAGRA, o no?

    1. Approvo. Lo guardavo ieri sera e mi faceva venire in mente il cagnetto di una mia amica, hai presente quei bastardini piccoli e perennemente incazzati, dal muso schiacciato? Quelli che abbaiano continuamente senza sapere perchè ? E questi botoli sono i nostri rappresentanti … che pena!

  2. Dati i miei trascorsi e i miei innegabili meriti accademici posso ben sostenere, alla luce di quanto esposto dianzi, che il personaggio in questione si può certamente rubricare sotto il lemma di “cretino”. Della specie minore però, in quanto troppo dedito alla “res publica” (nel senso che si é buttato in politica ove giocoforza, si applica la regola: “Ti piace vincere facile, eggià”. )

    Caphorn, Ordinario di Cretinologia Teorica e Pratica.
    E millantancora.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...