Psichedelia e dintorni

Prendiamo i Pink Floyd, i Gratefull Dead, i Jefferson Airplane, i Doors, i Beatles, i Pink Floyd, i Moody Blues, i Velvet Underground ed altri che ora non mi vengono in mente, mettiamoli in uno shaker ed agitiamo… ed ecco che ne esce un sound che ha caratterizzato il panorama musicale degli anni 60 e 70 e che si è sviluppato contemporaneamente negli States e in Gran Bretagna, il rock psichedelico. Psichedelia significa “anima” e “rivelo” e fa riferimento alle visioni causate dall’alterazione della psiche a sua volta provocata dall’uso di sostanze allucinogene e altri stupefacenti.
Molti pensano che il rock psichedelico sia nato all’epoca dei Beatles ma non è così. I primi a fare rock psichedelico sono stati due giovanotti di New York, che formano il gruppo The Holy Modal Rounders. Questi ragazzuoli nel 1964 pubblicarono un album che conteneva ballate country ubriache. L’album conteneva questo brano che io trovo divertente:


Bene, questa è stata la prima canzone ad essere definita psichedelica.
Lasciamo gli Holy Modal Rounders al loro destino, raggiungiamo e superiamo i Floor Elevators e approdiamo a Bob Dylan e ai Byrds e al diffondersi degli allucinogeni tra gli artisti e non solo. Ascoltiamoci i Velvet Underground…di Bob Dylan parleremo un’altra volta. Secondo me questo è il miglior album del gruppo…

Il rock psichedelico viene definito anche acid rock, definizione che si usò per riferirsi alla band dei Grateful Dead…

Questa band si esibiva dal vivo sotto LSD e questo faceva sì che i brani interpretati si sapeva come iniziavano ma non come finivano.
Altra band famosa del periodo è quella dei Jefferson Airplane… godetevi questo album che è quanto di più sperimentale e psichedelico che il gruppo abbia potuto provare…

Ma eccoci arrivati ad una band i cui poster hanno invaso le pareti delle camerette delle ragazze, specialmente del cantante, che era proprio un bonazzo. Ma sto parlando dei Doors e di quello strafigo di Morrison! Onestamente non saprei quale scegliere, quindi vi propongo una raccolta del meglio della band.

Grazie all’influenza di questi artisti fondamentali (e molti altri minori) il fenomeno del rock psichedelico si diffuse fino a “contagiare” gruppi che sarebbero parsi molto lontani da quel contesto culturale, come iBeach Boys col loro album Pet Sounds e il singolo Good Vibrations del 1966. Premetto che a me i Beach Boys non dicono gran che ma Good Vibration e’ decisamente potabile…

Altro complesso che si accostò alla psichedelia fu quello dei Moody Blues. Inglesi anche loro e tuttora in attività, preferiscono però melodie di più ampio respiro come questa che conoscerete senz’ altro.

.
Concludo con i Soft Machine, altro gruppo che insieme ai Pink Floyd e ai Moody Blues iniziò a lavorare per diventare predominante nel rock psichedelico. Discorso a parte meritano i Beatles ed i Pink Floyd.
Veniamo ai Soft Machine. Chi sono, da dove vengono? Ma dal Regno Unito, da Canterbury per la precisione. Essi costituiscono una delle band pioniere del rock progressivo, in uno stile misto di elementi tratti dal pop rock, dal rock psichedelico e dal jazz. Insieme ai Pink Floyd furono i primi a dedicarsi alla sperimentazione della psichedelia a Londra. Vi lascio un album intero, a voi la scelta del pezzo migliore. Vi dico solo che dai critici è stata definita un’opera e non un LP…

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

7 pensieri riguardo “Psichedelia e dintorni

  1. Un mare di ricordi, pensieri e musica: andrò nel mio immenso archivio per riascolatre alcune delle tue proposte. CHE STAGIONE INCREDIBILE!
    Sono stato sulle impostazioni di Astrazioni, nessuno spam! quindi non so che dirti.
    Anzi no , ascolta per esempio “Blue On Black” dei Kenny Wayne Shepherd-
    I Softmachine sono per orecchie ” preparate”, erano almeno 4 – 5 anni che non li sentivo citare, Brava bene, bis
    Ciao

    1. Grazie per l’apprezzamento. Per i Soft Machine, come per altre band, vale questo discorso: alcuni finiscono per essere più citati e così li si ricorda spesso, a discapito di altri che pure sono eccellenti. Ho postato anche KWS.

  2. Mancano i Van Der Graft Generetor poi …. Li hai messi tutti, o quasi.
    Abbiamo capito che qui … Solo grande musica.
    Praticamente un isola felice, un oasi nel mare di schifezza musicale dei nostri tempi.
    Meno male.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...