Offerte natalizie

Eh sì,  perché sembra ieri, gennaio era appena iniziato, Renzi si stava lisciando le penne in previsione della sua elezione a presidente del Consiglio… Ricordo che dissi:
“Eppure Natale è dietro l’angolo”
Mi fu risposto:
“Dipende da che angolo guardi…”
Ebbene Natale è qui! Con tutto quello che ne consegue, regali compresi. I miei sono musicali, lo so, non è un gran ché, ma c’è la crisi e sono diventata un pò braccino corto. Partiamo dunque!
Primo video:
Il tipo si chiama Ian Dury ed è buffissimo! È inglese e la sua canzone più conosciuta è questa:

Ma c’era anche questa dal titolo decisamente curioso:

Un tipo originale direi.
E non dite che vi offro della roba banale…l
Dimenticavo, Ian Dury era il leader del complesso The Blockheads che significa praticamente teste di cazzo. E con questo abbiamo detto tutto.
Passiamo ad altro e cioè a questa:

Molti di voi avranno visto sicuramente “Le jene” di quel simpaticone di Q. Tarantino, film godibilissimo, un pó truculento se vogliamo… eh ma insomma che mammolette che siete! Allora non avete visto nemmeno Pulp Fiction, ci scommetto, imperdibile! No? Ci avrei giurato! È neppure Dal tramonto all’alba, dove c’è un magnifico George Clooney che fa la carogna senza tanti complimenti né ” Nespresso what else”. Nemmeno quello??? Ma frequentate solo il cinema parrocchiale? Va beh, cmq questa era la colonna sonora delle Jene e l’ho messa perché mi piaceva.
Adesso tocca a Iggy Pop, altro bel tipo.

Iggy Pop, americano, nato nel 1947, ha fatto parte da giovane del gruppo degli Stooges, gruppo che ha originato la nascita del punk e così è diventato una delle icone del movimento, anche se poi nel corso della carriera ha provato anche altri generi, dall’elettronica all’hard rock, dal blues al pop. Viene considerato una figura chiave dello sviluppo futuro di generi musicali come hard rock, noise,heavy metal, punk rock.
Le sue esibizioni sul palcoscenico erano a dir poco fuori dal normale; l’ispirazione gli venne assistendo ad un concerto dei Doors, il comportamento estremo di Van Morrison lo impressionò talmente che decise di comportarsi allo stesso modo. Così Iggy Pop fu il primo a praticare abitualmente lo stage diving. Che faceva sul palcoscenico questo bel tipo? Si rotolava su vetri rotti, eseguiva automutilazioni, provocava il pubblico, arrivava perfino a vomitare sul palco. Successivamente il gruppo degli Stooges si scioglie anche a causa della dipendenza dal l’eroina di Iggy. E chi ti salta fuori a questo punto? Iggy incontra David Bowie e i due avviano una relazione, non si sa se solo artistica o anche altro, vista l'”esuberanza” di Bowie.
Ma vediamo un video…

Io lo trovo divertente.
Nel 1972 il Duca Bianco decise nel 1972 di produrre un nuovo album degli Stooges in Inghilterra. Si decise pertanto di richiamare i vecchi componenti, ma la cosa non funzionò, sia per la dipendenza dalla droga di Iggy, che dall’alcolismo di un altro dei componenti della band che si sciolse di nuovo. Bowie fu uno dei pochi che rimase vicino a Iggy quando questi si fece ricoverare in una clinica per disintossicarsi e, una vokta uscito, lo portò con lui durante il tour di Station to Station. Insieme si trasferirono a Berlino ovest. Bowie e Pop collaborarono attivamente, questo video è un esempio del loro fortunato sodalizio:

Visto che ho tirato in ballo Bowie perché non guardare e ascoltare un altro video?

Chiudo con un altro Bowie, non devo fare altro che pescare nel mazzo…

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...