TETTE ANCH’IO!

Non ci sono solo brutte notizie sui giornali, basta saper scegliere e si trova qualcosa che può risollevare il morale… e non solo quello! Vengo al sodo (e se dico “sodo” c’è una ragione) rivolgendomi alle signore. Siate sincere, quante di voi, nude davanti allo specchio, osserva con disprezzo quelle due frittelline che si ritrova al posto delle tette? Tante, le pettorute si astengano dai commenti! E quante di voi hanno pensato ad un rinforzino ma hanno rinunciato per vari motivi? Quasi tutte. Beh ora potete realizzare i vostri sogni ed avere un seno simile al pulpito di una cattedrale barocca. Ma attenzione, qui viene la parte interessante, potete ottenere tutto questo senza operazioni invasive, bensì grazie ad una soluzione salina unita ed additivi in grado di aumentare il volume del seno per 24 ore! E a chi dobbiamo questa trovata sensazionale? Al dott. Norman Rowe, chirurgo plastico di New York… e ti pareva che potesse venire da un altro paese, il Burkina Faso per esempio? Questo rivoluzionario sistema sarebbe in grado di aumentare il volume del seno di una taglia o una e 1/2 però dura solo 24 ore, dopo tutto torna come prima. Come idea non sarebbe male, l’intervento dura 20 minuti, non è invasivo né pericoloso. Solo che a me viene da pensare… il dott. Rowe dice che da solo una taglia in più, quelle che portano solo la prima che ci fanno con una seconda? Se voglio un seno prosperoso che sia tale, cioè dalla quarta in sù. Per far diventare così una prima quanta soluzione devo consumare? E dura solo 24 ore? Allora tutti i giorni devo spruzzare? E si capisce, il seno non è un abito che posso cambiare a seconda dell’occasione… spesa al mercatino sotto casa? Va bene il seno normale, indosso la mia sobria taglia 2. Cena a casa dell’Ing. Brambilla? Indosso la taglia 3, sexy ma senza ostentazione. Due ore di passione travolgente con Amedeo? E vai con una taglia 6 spudorata! Insomma il seno non si può manipolare così come se fosse una palla di pasta per la pizza. E poi dovremmo girare con la soluzione sempre in borsetta per gli eventuali ritocchi? Provate a pensare, lei è tra le braccia di Lui che sconvolto dal desiderio sta tentando una pericolosa manovra in una posizione che ha visto in un film porno. Ricorda un pò la pó la posizione della rana nel Kamasutra,
Dove l’uomo deve starsene accosciato con la donna a cavalluccio su di lui. È facile perdere l’equilibrio se non si è allenati. Al nostro eroe capita proprio di perdere l’equilibrio e per istinto si afferra alla prima cosa che gli viene in mente, le zinne di lei, belle grosse invitanti… un’ancora di salvezza da afferrare saldamente. Ma la popputa traditora, perduta nell’oblio della lussuria, ha dimenticato di irrorare le bonze che inesorabilmente ritornano al loro stato effettivo, così il copulatore cade all’indietro sbattendo il sesè sul pavimento! Come dire, al posto dell’eia…culatio, l’in…culatio. non è carino, non vi pare? Tantomeno onesto, un amore morto per colpa di uno spray…
Ma il solerte dott. Rowe ha promesso che cercherà di far sì che l’effetto duri di più di 24 ore. Ed ha affermato che questa soluzione si può usare anche sugli uomini. Davvero? Vuol forse dire che chiunque lo desideri può sfoderare un arnese come quello di Rocco Siffredi? Ma è proprio certo che a noi donne piacciano le sequoie? A noi basta anche un semplice alberello purché lavori bene. Rifletta dottore… una soluzione per far funzionare bene il cervello non si potrebbe inventare ?

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

13 pensieri riguardo “TETTE ANCH’IO!

  1. Ahah articolo interessante e scritto in maniera molto ironica!
    Alla fine certe invenzioni nascono semplicemente per il fatto di non piacersi, quindi stai certa che se migliorerà la durata un sacco di donne e uomini lo utilizzeranno e sto tizio diventerà ricco sfondato (soprattutto per gli uomini a cui fin ora non è stata trovata nessuna soluzione, che io sappia, per far diventare il pipino un albero secolare)

  2. Ma anche no!! Quello per gli uomini, intendo ….non sarebbe giusto nei confronti di chi sia già sufficientemente dotato di natura, che gli vengano sottratte le ammiratrici per un volgare (e finto) artificio. Sul belino non si bara!! 😝

        1. Ragazzo mio, tu parli troppo! Te lo dico alla Crozza… fatti li cazzi tua, comprati tutti i coseni che puoi e fatti le tette ritte o le rette titte o i seni con le cosce, cioè i cosce…ni. Vedrai come ti divertirai…

  3. Ahahahahahah, una cosetta così, magari trasformata in pillolina da tenere in borsetta, per una serata mordi e fuggi!
    Inventassero una sostanza che permetta, per un paio d’ore, di sostenere una conversazione brillante, o impedisca, sempre per un paio d’ore, di ammannire lamenti legati alle avversità della vita.
    Sognare è lecito, no?

  4. Eh sì. Una soluzione per un più sano e consapevole uso del cervello avrebbe il suo perché e un notevole tornaconto economico.
    Per inciso concordo con Fedi … Su certe cose non si può barare e poi é sempre bene ricordare l’antico detto:

    non lungo che tocchi,
    non grosso che turi, ma …
    duro che duri.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...