Kazoo, che passione!

La musica è musica, qualunque sia il genere, accompagna la nostra vita sottolineandone ogni momento. E non ci limitiamo ad ascoltarla, a volte ci piace canticchiare per la gioia dei vicini, specie se siamo stonati. Ma c’è chi fa di più e si dedica con passione e zelo allo studio di uno strumento musicale. Uno dei miei figli si diverte con la batteria … noi ci divertiamo un pò meno … a me sarebbe piaciuto suonare il pianoforte. Ma non c’è bisogno di buttarsi su strumenti che richiedono impegno e studio lungo e approfondito. Ne esistono anche di semplici con i quali divertirsi magari con gli amici durante le festicciole. Uno di questi è il KAZOO o KAZZOO. Niente sorrisini maliziosi, non cominciate a fare battutine spiritose perché io sono serissima. Dunque, il kazoo è quello raffigurato nell’immagine, sempre che si riesca a vederla, altrimenti seguite il Link. Due cenni sulla storia del kazoo. Questo strumento era utilizzato in Africa durante le cerimonie tribali e fu portato dagli schiavi negli Stati Uniti del Sud nel XIX secolo. Esso fa parte della categoria dei membranofoni. Il corpo dello strumento è a forma tubolare schiacciata, generalmente in metallo o in plastica, con un foro centrale chiuso da carta velina o altra membrana che vibra con la voce del suonatore. Il kazoo non emette suono soffiandoci dentro, lo si porta alla bocca e ci si canta dentro. Fu usato inizialmente nel  blues e nel jazz, specie nel dixieland. In seguito si è diffuso anche nella musica folk in genere, nella musica pop e nelle colonne sonore (in particolare dei cartoni animati). È stato utilizzato anche da band come i Queen e da David Gilmour dei Pink Floyd.
Fin qui niente di strano, ci sono molti strumenti per i quali si usa la bocca, altri richiedono l’uso delle mani, ma la ragazza del video che segue ha deciso che sono tutti capaci di usare la bocca! Lei usa…

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

3 pensieri riguardo “Kazoo, che passione!

  1. Suzie, tu sei fuorissima (come si dice qui), oltre che fuori dal coro (come si dice a casa tua), ma questa tizia è brava per essere brava cacchio! E falla una roba così se ci riesci, che in quell’oggetto bisogna cantare mica buttarci dentro aria e basta. Ecco, sono ammirata. Ammirata da una che suona il kazoo con la patata e fa anche cabaret nel mentre. Ed è pure una bella donna. Oggi vince lei a mani basse (e tu che ce l’hai proposta).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...