In risposta ad Enzo

Grace Slick è e rimarrà sempre questo:

E questo:

E visto che si parla di Grace Slick e di conseguenza dei Jefferson Airplane, ci metto pure questa:

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

8 pensieri riguardo “In risposta ad Enzo

    1. E c’hai ragione ma è un blog e non posso postare troppi video. Cmq mi piacerebbe scrivere degli articoli dedicati alle band sarebbe divertente.

  1. Scelta ineccepibile. Poi come sempre per certe musiche contano moltissimo i momenti in cui ti sono arrivate addosso: i miei 16-17 anni erano spugne diverse da quello che sono ora ma mi hanno educato e condizionato. C’è un album da solista di Grace in cui lei fa davvero quello che vuole con quella voce da contralto naturale che possedeva: è un album poco conosciuto ma conteneva gemme come Manhole http://youtu.be/jRZGsCWa3p0.
    quando l’ascolto l’astronave si rimette in moto e parte per viaggi senza fine. That’s all.

    1. Tendo sempre a mettere i brani più conosciuti perché sono quelli che sono entrati di più nella memoria della gente. E mi sto rendendo conto che è uno sbaglio, ci sono pezzi che a me piacciono moltissimo ma che i più non conoscono e quindi vengono scartati. A proposito di belle voci, rimanendo nell’entourage di Battiato me ne vengono in mente due, una è Alice, l’altra è Giusy Russo. Che ne pensi?

      1. Due facce di una medesima profondità.
        Alice è la voce della donna astratta e segreta, diventa avvicinabile solo per i testi ( d’autore!) che sono da sempre perfetamente ancorati al suo fascino sottile e discreto. Giuny Russo era la voce della luna in una notte d’estate sopra i latifondi della nostra anima. Talmente fuori misura da essere ipnotica. Scomparsa troppo presto di lei non si è mai detto abbastanza, se vuoi posso consigliarti alcune cose della sua produzione.

          1. Su tua richiesta la mia personale discografia di Alice e Giuni Russo.
            Carla Bissi è nel gotha della canzone italiana con pieno merito: seria, attenta, di gran classe, mai una scelta che non sia sentita ( la sua discografia è di una coerenza assoluta) Avercene di artisti così.
            – Azimut
            – Falsi allarmi
            – Gioielli rubati ( canzoni di Battiato)
            – Il sole nella pioggia
            – Viaggio in Italia ( contiene un paio di gemme incredibili)
            – Samsara (l’ultimo, in linea perfetta con il suo stile)

            Giuni Russo è un caso a parte e un’occasione a lungo sprecata per questa cantante dalla voce UNICA. Solo poco prima che la morte se la portasse via prematuramente, si è capito quali tesori lei portava dentro.Ma era troppo tardi. Giuni è musica sperimentale allo stato puro e oltre, talmente fuori dagli schemi da essere stata presto dimenticata-
            – Energie
            – A casa di Ida Rubinstein
            – Se fossi più simpatica sarei meno antipatica
            – Morirò d’amore
            – Para siempre
            Ciao Suzie

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...