Musica per una giornata grigia

Piove da troppo tempo ormai, l’acqua si infila nella mente, scorre dentro e diluisce tutto, ricordi, buone intenzioni, progetti, pensieri. Eppure è settembre, uno dei mesi più belli, pieno di colori, odori… Quando sono così ricorro alla musica, in particolare a Francescone …


Che dire, Francesco, bastasse un eskimo … Ma vado avanti con questa …

Questa canzone mi commuove sempre, via Paolo Fabbri è una parallela della via in cui abitavo io. Leggi ancora i giornalini di Paperino, quello disegnato da Karl Barks ovviamente? Andiamo avanti …

Questa canzone non è mai stata attuale come adesso. Dimmi, Francesco, nella tua bella casa di Pavana arriva il frastuono di questo mondo idiota?

Però è spuntato il sole …

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

3 pensieri riguardo “Musica per una giornata grigia

  1. Settembre è il mese del ripensamento sugli anni e sull’ età,
    dopo l’ estate porta il dono usato della perplessità, della perplessità…
    Ti siedi e pensi e ricominci il gioco della tua identità,
    come scintille brucian nel tuo fuoco le possibilità, le possibilità.

    La canzone dei dodici mesi – Album: Radici (1972)

    Il resto sono solo rumori di sottofondo abbastanza fastidiosi. Punto.

    1. Cape, non pensare troppo … tanto più che l’estate mi sa che si sia fermata da un’altra parte quest’anno. E non perplimerti o il tuo acetabolo si sentirà trascurato. 😊

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...