Ho visto anche degli zingari felici…

Così cantava Claudio Lolli nel 1976. Per quel che riguarda gli zingari lascio parlare Lolli. Io posso solo dire che ho visto anche camperisti felici e sono quelli che resistono alla tentazione di dire ad un certo punto, nel bel mezzo di una riunione di famiglia o peggio ancora fra colleghi durante la pausa pranzo: “CHI VUOL VENIRE IN VACANZA CON ME?” Chi sa resistere e non pronuncia queste parole è un grande, merita un encomio solenne.  Perché se è vero che presenza fa potenza, l’unione fa la forza e hai compagnia,  è anche vero che perdi la tua libertà, tutte le volte che c’è una decisione da prendere ci vuole un meeting e raramente tutti saranno d’accordo. Chi è da solo fa quel cavolo che gli pare, chi è in compagnia deve rendere conto anche di quante volte tossisce.
Già quest’anno le nostre ferie erano partite male a causa di problemi familiari sui quali non voglio tornare. Poi finalmente si decide di partire! Destinazione Puglia! E vai! La prima sera sosta a Termoli… tutto stava andando così bene… tutto era perfetto… troppo perfetto! A cena osservavo mio marito che, visibilmente a disagio, aveva già disintegrato 3 tovaglioli di carta  stropicciandoli tra le dita. Segno questo di una profonda agitazione interna. Siccome non mi piace andare per le lunghe cerco di metterlo a proprio agio con un “sputa il rospo” che dovrebbe aver l’effetto incoraggiante di una pacca   amichevole sulla spalla. Naturalmente ottengo l’effetto opposto, mio marito mi fissa ostile e sibila:” così mi inibisci! ” rimango di ghiaccio e rispondo:”mi sembra tu abbia qualcosa da dire e cercavo di mostrarmi più attenta possibile”. Scende dal però e mi dice balbettando:” il marito di mia sorella chiede se ci può raggiungere qui a Termoli per venire in vacanza con noi…” Rifletto, il marito di sua sorella sarebbe Alpi tour del quale ho già abbondantemente parlato. Partire con lui vuol dire iniziare un calvario che può portare anche a gravi conseguenze, psicologicamente parlando. Bisogna essere molto forti ma spesso non basta, una volta ritornati a casa è bene fare un periodo di disintossicazione in una clinica specializzata. Tuttavia devo considerare il fatto che mio cognato spesso ospita i nostri ragazzi quindi farò Buon viso a cattivo gioco. Do dunque il mio placet, mio marito acchiappa il suo cell e chiama il cognato per comunicarti il “via libera”. L’altro risponde e capisco dall’espressione preoccupata che sta comunicando qualcosa di non troppo piacevole.
“Che cosa è successo, non viene?” Chiedo speranzosa.
“No, viene solo che ha rimorchiato anche Angelo e Valeria… e poi con loro c’erano anche Mauro e Giorgia e così…”
“Quindi se ho capito bene chiede se possono raggiungerci tutti quanti” rispondo trattenendo a stento la rabbia.
“Sì, hai capito subito la situazione”
“Bene, telefonagli e digli che li aspettiamo qui a Termoli. Vuol dire che, invece di partire domattina partiremo dopodomani.”
“Ma no, possiamo partire benissimo donattina” mi fa lui con aria conciliante e mi comunica che stanno arrivando, questione di pochi minuti…
Da piccola, quando mi chiedevano che cosa volevo fare da grande, rispondevo che volevo imparare a guidare un caccia per lanciare i missili…. avessi assecondato questa passione!

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

6 pensieri riguardo “Ho visto anche degli zingari felici…

  1. riunione familiare…perfetto, maddai tanto ognuno ha il suo camper, sono loro che raggiungono voi quindi faranno come volete voi. Anche se coltivo il sospetto che tutto sia stato organizzato prima della vostra partenza…sssssssshhhhht

    1. Sospetto condiviso. Ciascuno ha il suo camper? Tu non sei mai stata in vacanza con dei camperisti? Il tuo camper è di tutti . La condivisione non è nata sul web ma tra i camperisti.

  2. Ignorali e ignorati. Lì sta la salvezza somatocerebrale.Ricordati il tuo corpo é un tempio e va difeso con ogni sforzo ed ogni forza, sfruttando ciò che la natura e noi stessi mettiamo in campo.
    Per il resto c’é sempre il prezioso manuale ” SEALS for DUMMY” della ACME.INC. Ltd.

    Di tanto in tanto fatti scoprire mentre lo leggi golosa. Soprattutto le figure.
    🙂

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...