E la nave va….

Ammetto di essere troppo facile all’incazzo, ma da un po’ di tempo mi sembra che ci sia un escalation massiccia verso le iniziative a dir poco discutibili. Del resto non è mica colpa mia se i cretini sono più numerosi degli emigranti che arrivano sulle nostre coste. Ma qui tutti i giorni si fa a gara a chi ha l’idea più assurda, vorrei sapere come è venuto in mente al Prof. Vincenzo Mastronardi di invitare il comandante Schettino a tenere un seminario presso l’Università La Sapienza di Roma. Il fatto è avvenuto il 5 luglio scorso , al termine di un master in scienze criminologiche organizzato dalla cattedra di psicopatologia forense della facoltà di Medicina. L’argomento del seminario? Gestione del panico. Ecco, allora è vero che l’Italia è il Paese delle eccellenze. Noi eccelliamo proprio in tutto, anche nel prendere per i fondelli la gente che ha subito dei danni e la perdita di persone care a causa del comportamento sconsiderato di un irresponsabile come Schettino. Certo che lui ha saputo gestire bene il panico, il suo però! Invitarlo ad un seminario addirittura? Riporto pari pari le parole di Schettino:

“Dovevo illustrare la gestione del controllo del panico o meglio qual è la componente umana in situazioni del genere. D’altronde ho viaggiato in ogni mare del mondo. So come ci si comporta in casi del genere, come bisogna reagire quando ci sono equipaggi di etnie diverse. ”

Parole che si commentano da sole. So come ci si comporta in casi del genere

Schettino, ci faccia il piacere, si vergogni se ci riesce.

p.s. La canzoncina ironica non vuole assolutamente mancare di rispetto alle vittime del naufragio della Costa Concordia.

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

11 pensieri riguardo “E la nave va….

  1. Anch’io ho letto e sono rimasto basito. Non solo, ma si é pietrificata anche la famiglia tutta. Artemisia, la mia, ha scagliato fulmini, saette . La Leonessa si é limitata ad un robusto: Ma vadano tutti a …..
    Sì perché in quest’Italia così grottescamente cialtrona, dove non c’é limite e termine al peggio non é lo Schettino di turno che va additato, ma l’insulto greve e pesante va scagliato su quanti permettono al personaggio di pontificare ed insegnare (Data la lectio magistralis).
    In una società reale simili fatti non sarebbero mai successi. Nella nostra, frutto improvvido del’irrealtà, é stata cosa comune e credo anche applaudita da molti.
    Troppi che non provano più il sentimento della vergogna

      1. Ho letto velocemente le indignazioni odierne. A quanto pare il docente che ha permesso lo show é stato rimosso.
        Forse sarebbe stato meglio se si fosse rimosso l’idea di far parlare certi personaggi

  2. La colpa non la darei nemmeno a Schettino in questo caso. “Bravi”, si fa per dire, i legali a portarlo là per fargli ricostruire un minimo l’immagine. E il professore che l’ha invitato ad aver fatto una cagata pazzesca. Ma del resto siamo in Italia.

    1. Ah ah ah….quello semmai è gestire il “penico”, da pene ecc. Lo so la battuta fa cagare ma sto resettando il software del cervello e non ho trovato di meglio.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...