Si riprende…..

Rientro, quasi in sordina. Chi come me ha avuto la fortuna di fare le ferie si ritrova a riflettere: il periodo che stiamo vivendo e che dura ormai da troppo tempo, ci sta condizionando la vita, che ci piaccia o no e come è giusto che sia. Siamo stati abituati troppo bene, ognuno faceva la propria  vita fregandosene un po’ del prossimo suo. Tanto ognuno aveva la sua vita da gestire.   Andare in vacanza voleva dire staccare la spina, fare una pausa, dimenticare per una manciata di giorni i soliti problemi,  ci avremmo pensato al ritorno, quando tutto sarebbe ricominciato come sempre, col solito tran tran. Ora  invece non è più così;  non puoi far finta che sia tutto come prima,  che non stia succedendo nulla, diamine, dirà qualcuno, le crisi di governo ci sono sempre state e anche gravi ma poi si sono sempre risolte. Si sa come sono i politici, dicono una cosa, poi ritrattano e dicono l’esatto contrario. Non dobbiamo fare altro che lasciarli fare e tutto si aggiusterà. Eh già, a dirla così sembra facile. Ma sono sicura che sarete d’accordo con me nel dire che non è come le altre volte e che, anche se andiamo in vacanza, quel pensiero molesto è lì da qualche parte, come una spina nascosta che ogni tanto si fa sentire. Niente TV, TG, giornali. Voglio vivere fuori dal mondo.  Riesci a farlo? Non ci credo. Intanto la mattina, rinvigorito dall’aria fresca marina o montana o lacustre, basta che sia aria,vai a fare colazione al bar dove, una volta seduto, vieni fatto oggetto delle premurose attenzioni dell’addetto al bar che ti porta subito il giornale, così mentre aspetti…..potresti dare un’occhiata alle ultime notizie. Ti imponi di lasciarlo piegato,  di non leggere nemmeno i titoli. Solo una sbirciatina alla testata….. ma solo dopo aver fatto colazione. Arriva  il barista con il vassoio, il cappuccino troneggia fumante, attorniato da croissants ripieni di marmellata,  miele,  cioccolata. Il  barista  ti scarica davanti tutto quel ben di Dio, ti augura buon appetito e se ne va dicendo:

“Non legge “Il fatto quotidiano”? C’è un articolo di Marco Travaglio che non gliele manda mica a dire”. E si allontana, mentre tu lo trafiggi con occhiate assassine. Bastardo, pensi, l’ha detto apposta per provocarmi. Lo sa che impazzisco per Travaglio. E invece no! Devo resistere! Così dicendo addenti 3 croissants, uno dopo l’altro. Poi ti alzi e vai a pagare, lanciando un’ occhiata di sfida al barista che soffoca a stento una risata, dopo aver visto il tuo viso artisticamente decorato di cioccolata. E mentre ti allontani pensi: “da domani colazione in camper (o roulotte, tenda,), risparmierò e nessuno mi tenterà con giornali vari.” L’indomani fai colazione “in casa” e mentre mangi, arriva tua moglie che ti butta un giornale e dice: “Caro, ho pensato che siccome ti piace tanto Travaglio, avresti volentieri letto l’ultimo suo articolo e così ho comprato il giornale…….Il fatto Quotidiano appunto. A questo punto ti arrendi, capisci che è una congiura, che tutto è contro di te. Tanto vale arrendersi. Non solo sfogli il giornale ma leggi anche le ultime notizie sullo Smartphone, gli approfondimenti, i “mi piace” e i commenti. Poi passi a Twitter e a questo punto il danno è fatto. Una sottile angoscia si impadronisce di te e, in preda ad una sorta di frenetica curiosità inizi a viaggiare a ritroso nella mente per cercare riferimenti in un altro periodo…. massì, anche nel 199… o nel 200…ricordo che…Ma i rticordi si confondono l’uno con l’altro. Continui a leggere ed un bollettino di guerra nel vero senso della parola, l’Egitto, la Siria! Inorridito cambi pagina ma la musica non cambia. Uomini impazziti che accoltellano le loro donne, alcuni più fantasiosi, dopo averle uccise, le tagliano a pezzi e le congelano, così si conservano meglio. Altri pignoli, estendono la loro furia omicida al resto della famiglia se è presente…..E così figli, nipoti, fratelli, sorelle, nonni, zii, l’eventuale badante, il fornaio che ha portato il pane o l’idraulico che finalmente era venuto per quella riparazione al bidet, si trovano tutti coinvolti in una colossale mattanza e saliranno così agli onori della cronaca. Superfluo aggiungere che nella quasi totalità dei casi l’esecutore del repulisti regolarmente si suicida.

Ma cambiamo pagina. Gente che cammina tranquillamente viene investita e trascinata per strada da macchine impazzite, e poi rapine, stupri, neonati abbandonati qua e là da madri “distratte”, ma anche bambini dimenticati in macchina sotto il sole da genitori incoscienti. Sfogli ancora e ti sembra di vivere in un altro pianeta, o di essere capitato per sbaglio nel sogno di uno schizofrenico. Nulla funziona più come dovrebbe. Persino gli scarafaggi, dei quali tutto si può dire ma non che siano imprevedibili, cominciano a dare segni di ribellione, ieri in Cina ne sono fuggiti un milione e mezzo da un allevamento, a causa di un sabotaggio.

E’ inutile, non se ne esce! Ma che sta succedendo? Che possiamo fare? Io, da un po’ di tempo vado rimuginando su di un pensiero, ma non ve lo dico ora. Ve lo dico dopo……

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

22 pensieri riguardo “Si riprende…..

  1. Io ed il mio amico vignettista PV stiamo preparando un partito per le prossime elezioni ….il Partito del Picio. Non appena avremo pronte le tessere del Partito te ne faremo avere una 😛

      1. È uno dei suoi personaggi ….ispirato ad una certa parte anatomica, fatti un giro sul suo sito (trovi il link tra i miei). Alle ultime elezioni aveva anche presentato il simbolo, dove Picio era un acronimo, ma l’hanno,bocciato; stavolta raccoglieremo le firme per presentarlo veramente

    1. Ebbene sì, pare che in Cina lo scarafaggio ridotto in polvere sia un toccasana per molte malattie. E così vengono allevati.
      Inorridisci pure….

        1. Ti pubblico l’articolo. Come potrai leggere… non se la passavano poi tanto male. Se non altro il cibo era decisamente ghiotto. Non oso pensare alle condizioni igieniche ma visto l’uso che ne fanno….boh…

          Pechino, 25 agosto 2013 – Una fuga memorabile, un milione di scarafaggi, allevati in Cina per la medicina tradizionale, sono riusciti ad ‘evadere’ da un allevamento grazie a un sabotaggio di ignoti. I liberatori hanno spaccato le serre dove gli insetti venivano allevati a frutta e biscotti a Dafeng, nella regione orientale dello Jiangsu. Gli scarafaggi si sono dispersi per i campi di frumento circostanti. Le autorità sanitarie hanno inviato sul posto 5 ispettori per affrontare il problema. Una fuga alquanto costosa per l’allevatore Wang Pensheng, che aveva investito più di 100.000 yuan (oltre 12.000 euro) per acquistare 102 chili di uova di una varietà di scarafaggio chiamata Periplaneta americana. Estratti di questi insetti vengono usati dalla medicina tradizionale cinese per curare il cancro, ridurre infiammazioni e migliorare l’immunità da malattie. Wang aveva lavorato sei mesi per preparare il business plan della sua attività: contava di ricavare 1.000 yuan (121 euro) da ogni chilo di scarafaggi venduto. Al momento del sabotaggio, nelle sue serre c’erano un milione e mezzo di insetti.

  2. stasera discussione a cena con i figli ( grandi) ma se davvero si facesse saltare montecitorio e chi c’è dentro.. Io rispondo che se ne farebbero solo dei martiri,
    sì sì , mamma… ma quelli dopo un po’ di paura ce l’avrebbero…
    ora ho pensato s ne potrebbe fare polvere come scarafaggi..

    1. non si può essere democratici solo quando ci piace o ci conviene. Sono stati eletti dalla maggioranza ( o dai loro rappresentanti). Possiamo criticare…ma ce li dobbiamo tenere. Sperando di mandarli a casa la prossima volta. Quello si…e’ lecito sperarlo. Magari altri spereranno che restino…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...