Ripartire, riprovare, ritrovarsi

koredititti

Eh, sì.. è necessario ripartire per ritrovare la buona forma che mantiene alto il buonumore, o almeno lo aiuta

Qui piscina

e contare le bracciate, concentrarsi sul respiro e sentire l’acqua sulla pelle…

sentire che sono fuori forma,

e accettarlo come si accettano i NO: io con fatica.

uscire dall’acqua dopo solo 10 vasche, e dirsi: domani andrà meglio.

Mi ricorda che questa è la vita. La mia.

header_lebagnese

View original post

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

12 pensieri riguardo “Ripartire, riprovare, ritrovarsi

  1. Volersi migliorare non per inutili medaglie
    ma “solamente” per ritrovare le qualità
    positive, insite, in ogni uomo …..
    Domani non farò 12 vasche per superare
    gli altri, ma “solo” per star bene io 🙂
    Il concetto in se sarebbe la soluzione a
    molti problemi della società, ma, non lo
    ritengo realizzabile …. mal si adatta alla
    natura umana 🙂

    1. ehm, scusa, non è realizzabile nella società umana, ma personalmente sì, eccome se lo è… è un concetto che metto nei piccoli ogni giorno, “oggi hai fatto così, prova ancora un pochino di più, e vai avanti.:) sei bravissim+ ”
      oggi comunque 12 vasche. domani 13 o 14.
      fatica? ancora tanta. Non devo superare nessuno, soltanto ascoltare me stessa.. questa è una buona occasione.
      Del resto la società è fatta di singoli individui. Se posso far coraggio a qualcuno … vieni con me…

      1. Il mio scetticismo non era indirizzato a te personalmente,
        ci mancherebbe ….. sono più che certo che una piccolissima
        percentuale di persone possiede la volontà di voler cambiare
        in meglio l’attuale modello di vita ….. è sulle reali possibilità
        di trasmettere questa visione agli altri che ho molti dubbi 😀
        ……… più che coraggio mi servirebbe dell’ottimismo 😀

  2. Grazie Suzie per l’onore che mi fai… magari mi dici perchè ti è piaciuto tanto questo posticcio.. ??? così mi sale ancora il quid di autostima.. :)*

    1. Credevo l’ avessi capito. Cmq mi è piaciuto perché dentro ci sei tu, c’ è il percorso che hai dovuto fare, e che stai ancora facendo, non tanto per arrivare in cima, non è una gara, quanto per risolvere gli intoppi man mano che ti si presentano. La strada è ancora lunga e ci saranno ancora ostacoli, ma tu stai imparando ad aggirarli e questo ti rende più consapevole della tua forza. Sai che ce la puoi fare, magari non al primo colpo, ma ce la farai

      1. la strada è lunga, e non ho più tanto tanto tanto tempo.
        Hai ragione, ci sono io dentro, in questa piscina olimpionica.. qualche corsia oltre ci sono i ragazzini che si allenano per le gare, sento le incitazioni dell’allenatore, vedo i loro corpicini giovani, guizzanti e sgazzanti.. li guardo ammirata e mi concentro ancora di più, ce la posso fare, ce la faccio…nuoto nella corsia dei lenti. e sto proprio bene, oggi 15 vasche di 25 mt. Brava titti, poi estetista, poi a far la nonna…leggera come se avessi 20 anni.
        🙂

  3. Non é importante la meta, ma il viaggio che si compie per raggiungerla.
    Brillo di banalità, ma c’é un profumino che proviene dalla cucina e data l’ora …cuntentat

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...