Eh… già…

koredititti

IO “DONNA”… Non leggo istruzioni. Schiaccio pulsanti finché funziona.

Non ho bisogno di alcool per essere imbarazzante. Mi riesce anche senza!

*Se fossi un uccello saprei già a chi cagare addosso!*

Non sono bisbetica, sono emozionalmente flessibile!

Le parole piu’ belle del mondo? “Vado a fare shopping”

Non ho difetti! Sono “effetti speciali”!

Donne devono avere l’aspetto di DONNE non di ossa rivestite!Non è ciccia! È superficie eroticamente utilizzabile.

*Perdonato e dimenticato? Non sono né Gesu’ né ho l’Alzheimer!*

*Noi donne siamo angeli e se ci rompono le ali continuiamo a volare – su una scopa! Perché siamo flessibili.*

Quando Dio ha creato gli uomini ci ha promesso che uomini ideali si sarebbero trovati ad ogni angolo e poi ha fatto la terra rotonda.

Sulla mia lapide deve essere inciso: “Non fare quella faccia, anch’io avrei preferito essere stesa in spiaggia!

E già, NOI DONNE siamo uniche!!!

trovato nel web…

View original post 9 altre parole

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

21 pensieri riguardo “Eh… già…

  1. Oh, che non leggete le istruzioni… è vero. E non conoscete la parola “manutenzione e materiali di consumo”. Per voi le auto dovrebbero andare non sol osenza olio…ecc, ma addirittura senza benzina. Le macchinette del caffè espresso senza acqua…ecc ecc…

    1. Ma taci ! Io mi diletto di meccanica fino da ragazzina, quanto truccavo il mio vespino. Avessi sentito il casino che faceva…quando entravo in centro i vigili mi fermavano sempre e mi chiedevano ” dove vai col cingolato?”
      Solo voi uomini credete di avere il monopolio della meccanica?

    1. Non mi ricordo tutto, però ti posso dire che il carburatore era un Mikuni 28, la Marmitta una Polini, doppia aspirazione pacco lamellare, campana antirisonanza… Di più non ricordo, so che era un meccanico sotto casa mia, un tipo di Palermo, si chiamava LoCoco aveva di tutti. Noi ragazzi si andava sempre da lui a pistolare i motorini.

  2. Ci rincorriamo, ci lasciamo, ci ammazziamo, insomma ce ne facciamo le peggiori che l’essere umano inventa eppure … il fatto che l’uno per l’altro sia l’altra metà del cielo avrà un senso? Oh Nò!
    Forse é un marchio nella natura umana, una sorta di tabe da cui non possiamo liberarci. Fedy parlava di gay. Anche per loro arriva il momento del confronto con la donna o l’uomo, poi si sceglie in maniera definitiva. Però il confronto c’é, sta alla personalità dell’uno o dell’altro scegliere il meglio per se.
    3000 anni di filosofia e scienza non hanno ancora risolto il problema e domani non avremo la risposta, di questo ne sono certo.

    1. @Cape

      Ha un senso, dici? Me lo sono chiesta tante volte anch’io. Dunque, vediamo….mumble mumble….il senso del sacrificio, inteso come “prima di rincorrersi l’un l’altro, ragazzi/e, a tutta vita, quante ne abbiamo combinate…..e dopo, una volta trovata la metà, CHIUSO! (in teoria). Naaaaa, ma che tristezza. Niente senso del sacrificio. Senso dell’ineluttabile? Ma no, ma no, peggio del sacrificio, sembra una condanna già scritta per colpe mai avute. Via anche l’ineluttabile. Senso del ridicolo? Noi italiani ne siamo completamente immuni, basta guardarsi attorno. Senso dell’autolesionismo? Ecco, forse questa ipotesi può andare bene, infatti non si capisce perché due individui che manco si conoscono, si divertono a cazzeggiare a destra e a manca, fanno tardi la notte e si divertono con fanciulle sessualmente disinibite (lui)o si sollazzano con giovanotti ben dotati e adusi a performance sessuali di tutto rispetto (lei), improvvisamente facciano su le canne e partano alla ricerca di un compagno/a, manco fossero anguille alla conquista del Mar dei Sargassi. Stavano così bene prima….
      E’ inutile Cape, oggi non prendo nulla sul serio…

  3. Credo che ci si rincorra più che altro per quel senso “naturale” di … riproduzione della specie. Quella porzione del cervello di coccodrillo, che ci é rimasto dopo millenni di evoluzione ci spinge a rincorrerci e sotto sotto rimane quell’impulso. Riprodurre la specie o almeno tentare di farlo. Questo al di la di ogni struttura sociale o religiosa.
    In questo senso non siamo mai scesi dai rami della jungla.
    Poi ben inteso ci siamo dati o tentato di darci delle regole e questo ci fa capire come non siamo riusciti a prenderci sul serio
    In tutti i sensi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...