Remake: dei mariti e delle pene che ne conseguono

Questo è uno dei primi post che ho pubblicato appena arrivata su Splinder. Purtroppo devo rifarmi agli appunti scritti a mano e forse non sarà identico al primo che è andato perso quando ho cambiato piattaforma, ma in linea di massima non dovrebbe esserci una grande differenza.

C’è qualcuna che sta per sposarsi tra di voi? Ebbene, non è per rovinarle la festa, ma deve sapere alcune cose importanti. Intanto sappia che si accolla lo scarto di un’altra donna, un essere cui la madre ha già succhiato la giovinezza, la spontaneità, la voglia di fare, insomma le sue doti migliori. Un figlio maschio, in special modo se unico non si sposa mai quando lo desidera lui, ma solo quando la madre glielo permette e cioè quando è stufa di cucinare per lui e di lavare la sua biancheria. Solo allora gli prenderà il viso tra le mani e gli dirà:” figliolo mio, io ormai non ce la faccio più ad occuparmi di te. E’ ora che tu trovi una brava ragazza e ti sposi. Lei avrà cura di te”. E così dicendo consegnerà la patata sbollita nelle mani della nuova arrivata.
Da questo momento il figlio deluso e ripudiato da mammà subirà una metamorfosi, trasformandosi in un marito oppressore che scaricherà sulla moglie tonnellate di Edipi malrisolti, torrenti di minestroni che mammà faceva meglio e valanghe di camicie che mammà sicuramente stirava meglio. In genere il passaggio dalla madre alla moglie avviene con le nozze, dove si festeggia e tutti sono contenti; il secondo, dalla moglie all’amante, avviene in tribunale davanti agli avvocati. Bene, secondo me il secondo passaggio, dalla moglie all’amante, non dovrebbe avvenire perché dopotutto si tratta sempre di un marito usato e se è vero che l’usato tira ma il nuovo è tutta un’altra cosa, c’è sempre una categoria di sprovvedute provinciali romantiche che è pronta a rilevare il divorziato come nuovo. E il divorziato è un recidivo, pronto a tuffarsi sulla nuova arrivata perché non sa stare solo. Anche perché la mamma non è affatto disposta a riprenderselo in casa. Tenuto conto di tutto ciò penso siate d’accordo con me che il marito va eliminato, poiché è chiaro come il sole che alla povera subentrante verranno sicuramente esaltati i suoi spezzatini, la sua maniera sofisticata di vestirsi, le sue fantasiose prestazioni sessuali ecc….
Casomai ce ne fosse bisogno, vi ricordo che il marito è quello che se ne sta tutto il giorno seduto in ufficio a risolvere cruciverba o a raccontare barzellette sconce (nemmeno tanto bene) o al limite a fare la battaglia navale, poi una volta a casa pretende di trovare tutto perfetto e alla minima incrinatura strepita: “allora,” si mangia o no? Io lavoro tutto il giorno e vorrei trovare già pronto quando torno!” Il marito è quell’individuo che solo per il fatto di aver dato il suo nome alla donna che dice di essere sua moglie, pretende di avere ogni diritto, mentre la poveretta ha solo doveri.
Il marito è quello che a tavola si immerge nella lettura del giornale e non fa una piega se la moglie tenta di spiegargli la loro difficile situazione economica, ma naturalmente, quando vedrà arrivare gli uscieri per il sequestro griderà “in questa casa sono sempre l’ultimo a sapere le cose”.
Il marito è quello sciagurato che, quando viene scoperta la sua relazione con un’altra donna, dice alla moglie guardandola con disprezzo “ti credevo una donna superiore”.
Perché il marito che mangia molto è un raffinato buongustaio, ma se lo fa lei è la solita esagerata; se lui è molto più vecchio della moglie è sempre uno che regge bene le ragazze, se invece è lei ad avere appena un anno in più è da ospizio; se lui ha i capelli bianchi è interessante, se li ha lei è una vecchia bacucca; se lei esce sola la sera e rincasa alle ore piccole è una pocodibuono, se lo fa lui si concede un po’ di svago ognitanto. Quando lui fa lo stupido con le amiche della moglie sfoga la sua naturale esuberanza, se è lei a gradire le attenzioni degli amici del marito è una svergognata. Se lei non ha fattezze gradevoli è una racchia, se è lui ad essere brutto beh un uomo è sempre un uomo. Dopo i 50 anni lei è una tardona, lui no, lui dopo i 50 diventa un uomo interessante. Se si cala gli anni lei è un illusa, se lo fa lui fa bene perché tanto dimostra sempre meno di quelli che dichiara.
Devo continuare? E se proprio devo dirla tutta, si può sapere in virtù di quale privilegio all’uomo è stato concesso di fare pipì stando in piedi e di poterla fare, tutto sommato, in qualsiasi luogo, mentre la donna è costretta ad accoccolarsi come una gallina? Vogliamo forse negare che anche il Padreterno quando creò la donna si è comportato da antifemminista?

Ora, se c’è qualcuna tra di voi che intende sposarsi, nonostante quello che ho detto, ricordi almeno che il marito, anche quando esce sbattendo la porta urlando che se ne va, torna sempre a casa….purtroppo.

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

9 pensieri riguardo “Remake: dei mariti e delle pene che ne conseguono

  1. Se i mariti sono così… capisco perchè mia moglie mi dica: “beata chi ti sposa”. Anche se ho il velato dubbio che lo dica con ironia. Ma io sò furbo, non lo colgo…

      1. Ennò, la furba è lei. Prima m’ha sposato, e poi mi ha fatto rendere conto che ero un pezzo raro (di stlonzo…). A saperlo prima, mi sarei venduto meglio… ahahaha.
        Avrei puntato alla Tatangelo….

  2. In effetti ho il fondato sospetto che mia madre
    stia facendo di tutto per scaricare il sottoscritto
    a qualche altra badante 😀 ……. io però, avendo,
    visto amici in lacrime dopo un solo anno di
    matrimonio, non cederò mai …..
    costi quello che costi !!!!
    rompic…….. per rompic…… mi tengo lei,
    almeno ho la sicurezza di non dovergli
    mai passare gli alimenti 😀

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...