RiFLeSSioNi

Seduta con mia madre al tavolino basso del divano; davanti a noi, sparpagliate a caso, alcune foto mie e di Letizia. Così a caso osservo le differenze e le similitudini. Una foto non è come dal vivo. Ferma un attimo della vita e quell’attimo rimane così, testimone di un periodo, di un giorno, di un’ora, di un attimo, appunto.
Ho scritto prima che mi stupiva constatare quanto fosse cambiata mia figlia nel corso di due mesi nemmeno; prendo a caso una foto e la mostro a mia madre, poi la confronto con un altra:” qui aveva i capelli quasi neri, qui sono rossicci. E gli occhi, che alla nascita sono di quel colore indefinito e mutevole come certi corsi d’acqua che pare trasparente ma non lo è, stanno virando verso il nocciola, Il naso è cambiato e anche il viso. Cambia rassomiglianza continuamente, per cui è un divertimento quando c’è la visita parenti. Ognuno rivendica un pezzettino di sé:” Tutta la mia fronte! ” esclama la zia Chiara compiaciuta. “ma che dici!! Non vedi che assomiglia a me?” esclama la zia Novella ed io in cuor mio faccio gli scongiuri, la zia Novella è tanto buona sì, ma così brutta, ma così tanto che da piccola suo nonno la chiamava Coppi (Fausto Coppi era un famoso ciclista vissuto ai tempi del nonno di Novella).
Mia madre mi mostra alcune foto di me da piccola, appena nata, piena di capelli neri, il naso schiacciato a patata, senza capelli dopo un mese, la faccia lunga, gli occhi scuri, poi ho fatto il mio periodo biondo, ma così biondi che parevo una finlandese. Ma non c’è niente di me in mia figlia, almeno per ora. Non assomiglia a nessuno di noi, sembra venuta da chissà dove. Ma è lei, assomiglia a Letizia.

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

11 pensieri riguardo “RiFLeSSioNi

  1. molto grazioso questo nuovo template. Davvero adatto! A volte le somiglianze sono difficili da trovare. Per quanto mi riguarda sono così poco fisionomista da non accorgermi neppure che i gemelli sono uguali (io li vedo diversi) o viceversa trovo identiche persone del tutto differenti tra loro – saluto sempre la gente sbagliata e non saluto quella giusta, fra l’altro…
    Sei fortunata ad avere avuto una bambina, soprattutto dopo due maschi! Rischiavi il terzo, eh eh! W Letizia
    Baci

  2. I bambini cambiano ogni momento. Tra un mese somiglierà sicuramente anche all’ortolano.
    l’importante, come scrivi tu che somigli sempre a se stessa.
    con buona pace di tutte le zie di questa terra.

      1. Ma bene! Prima il postino, poi l’ ortolano, poi sarà il turno dell’ idraulico, vuoi mai che manchi quello? E il prete ve lo siete scordato?
        Bah, gli uomini…..

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...