Questa sera parliamo di….culi

O, se preferite, possiamo chiamarli natiche, fondoschiena, deretani. Insomma sempre culi sono, comunque vogliate chiamarli.

Perchè, c’è forse qualcuno che si scandalizza? Come mai ?  Un sesè come questo vi fa proprio schifo?

Oppure siete di quelli che si scandalizzano se vedono appese ad asciugare delle mutande? Perchè se appartenete a questo gruppo….siete capitati nel blog giusto…..Che poi non capisco che c’è da scandalizzarsi tanto quando si parla di culi. E’ un particolare anatomico come un altro, le mani, i piedi, le guance, il naso, le natiche….il culo, appunto.  Vorrei puntualizzare: prima che vi mettiate a fare le battutine salaci, parliamo un pò della storia delle natiche. esse  risalgono ai tempi più antichi,  comparvero quando gli uomini ebbero l’idea di rizzarsi sulle zampe posteriori e di rimanere in tale posizione. A voi sembrerà niente ma invece quello fu un momento capitale della nostra evoluzione poichè è stato proprio da allora che  i muscoli glutei si sono considerevolmente sviluppati. Tra le 193 specie viventi di primati, solo quella umana possiede natiche emisferiche e prominenti, gli scimpanzè hanno le natiche piatte, poverelli! Pensate al signor scimpanzè mentre, preso  da improvvisa follia amatoria,  abbranca la scimpanzessa e mentre le sussurra sconcezze all’orecchio   le palpa le chiappe, ma lei, ahimè, è piatta come un asse piallato. Mentre invece gli umani qualcosa trovano sempre. Esattamente la nascita delle chiappe risalirebbe a tre o quattro milioni di anni fa.

Ora non è che a quell’epoca l’unico fatto rilevante sia stato quello di mettersi in posizione eretta, l’uomo di allora, l’australopithecus  afarensis,  subisce cambiamenti importanti. E’ sceso dagli alberi e si è messo a correre sulla terra,……questo movimento fa sì che le chiappe piano piano si modellino sino a diventare come le conosciamo noi, più o meno. Le scimmie rimangono senza chiappe ma non è che a loro importi più di tanto, quando vogliono attirare il maschio mostrano con fare provocatorio il loro culetto striminzito. E qui c’è una cosa da dire: le femmine di alcune specie, per ovviare alle forme poco procaci hanno il culetto che si accende di rosso, cosìchè i babbuini e gli scimpanzè passano la vita a correre da un culo rosso all’altro, dimenticando i loro guai. Resta però un grosso interrogativo: com’era il fondoschiena delle donne preistoriche? Particolarmente voluminoso che si appuntiva a forma di cono? Oppure audace che si affusolava a pan di zucchero? Troppo lungo sarebbe approfondire la ricerca e non ho nessuna intenzione di infliggervi questo supplizio visto che mi avete seguito fin qui, anche se temo l’abbiate fatto più che altro per le immagini in tema disseminate quà e là.

Ma qual’è il motivo per cui ho fatto questo lungo preambolo? Si tratta di mio figlio, il secondo che ha 10 anni. E’ sempre stato un ragazzino calmo e riflessivo, di poche parole ma sotto sotto cova il fuoco del folletto impertinente. Da piccolo mi preoccupava non poco. Disegnava sulle pareti, graffitaro in erba….solo che disegnava svastiche e “forbici”…..non quelle per tagliare, si trattava di cazzetti stilizzati con annesse palline. Quando venivano amici e parenti in visita io mi divertivo a leggere lo sgomento e l’imbarazzo nei loro occhi. Naturalmente faceva questi disegni anche alla scuola materna, così intorno a lui si era creato il vuoto, no aveva amici cje giocassero con lui. Aveva altresì amiche a iosa. Si sa che noi donne subiamo il fascino del maudit. Inoltre sa scrivere a rovescio e siccome si chiama Luca quando firma….beh, provate a leggere Luca da destra a sinistra. Ecco dunque che con un tipo simile devo sempre stare sul  chi vive, non si sa mai che può combinare. Ed infatti ecco che viene rimproverato dalla maestra, con tanto di nota sul diario  da far vedere ai genitori, per una vignetta ottenuta via Internet e poi incollata sulla copertina. Eccola….

.

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

46 pensieri riguardo “Questa sera parliamo di….culi

  1. Il primo è davvero niente male. Ma quello dell’Uffa è spettacolare.
    Ah, non sono qui in quanto esperto di culi?
    Pensavo….

  2. Beh….ai tempi del (mio) blog ero universalmente riconosciuto come professore di culologica applicata. E quindi posso asserire che il,primo non è male (e dovrei anche avere una foto da me scattata, pressoché identica).
    Quanto alla maestra non capisce nulla ….perché ha messo una nota per una foto di un parcheggio di biciclette??
    😛

    1. È la scienza che applica (da cui “applicata”) al fondoschiena (rigorosamente femminile) le mani ed altre parti anatomiche maschili non meglio definite. Il mio curriculum comprende laurea e master, in tale materia
      😉

      1. Umpf. Se nemmeno tu capisci quando scherzo… è meglio che vada in giro con un cartello con s uscritto: “una battuta ironica è solo una battuta, perchè se includesse la verità si chiamerebbe cattiveria”.

        1. Le battute sono come il vino, quando si beve un pò più del solito si dicono cose
          Che forse sarebbe meglio tacere.
          Lo stesso è una battuta, ridendo e scherzando si dicono piccole verità.

      2. Ah, si? E quale sarebbe la verità… lì? La parola “giusto”? Nel senso che somiglia alla mamma? Non lo posso sapere, non conosco nemmeno la mamma. Che somigli al padre? Idem. Che lui non starebbe con te? Ma figuriamoci se lo posso sapere io. Che tu sia una donna da potersi chiamare tale? Non ti conosco abbastanza per poterlo dire, nè per dire il contrario. Rimane la parola “giusto”, in effetti.

  3. @Brumbru
    dalle mie parti si dice, quando un figlio combina qualcosa di positivo, “assomiglia a me (alla mamma o al papà, dipende chi dei due lo dice). Quando invece combina qualcosa di negativo assomiglia sempre all’altro genitore.
    Se nemmeno tu capisci quando scherzo….era una battuta ironica. 🙂

    1. Oh, nun ce provà. Io avevo capito che scherzavi.. e ti ho risposto con una battuta. Sei tu che hai detto (seriamente, presumo) che mi ero alzato di cattivo umore, ehhh? Cioè… me vuoi ribaltà la frittata? A me, che sono il principe delle omelette?

  4. Pur non essendo laureato o in possesso di nuina specializzazione troo che il culo femminile sia una delle cose per cui valga la pena di levarsi dalle coltri, ogni mattina. Quelli proposti sono tutti di alta votazione, ma non poteva essere altrimenti dato il luogo ove sono affissi e proposti. Quindi di Quello si gridi evviva !!!
    Luca é giovane e la naturale intemperanza della carne che cresce troverà poi una risoluzioone. Diamo tempo al tempo.

    ps: dimenticavo … sul primo dei culi ho notato più di un solco. Effetto ottico o … c’é qualcosa d’altro?

      1. Assolutamente. E’ un vecchio modo di dire ereditato in famiglia. Ne parlò per prima la mia bisnonna e mio padre me lo ha lasciato in eredità.
        Ciò detto per rispondere in modo serioso.
        In modo ludico … ah bhé caro DucaConte, ma lo sa che é proprio un bel … volpino.
        Ho capito la sottile allusione e questo Le deve essere di conforto … ciò che ha seminato, sta crescendo in un fertile terreno.
        😀

      2. io invece devo dire che non mi sono stupita più di tanto della citazione di Cape. Ritengo infatti che egli sia la classica acqua cheta, quei tipi cioè che sotto sotto…..
        Capisc’ammè….

      1. Quindi occorre esplorare … investigare … fare delle ipotesi e cercarne l’esistente verità.
        Infaticabilmente, a miglior gloria del genere umano e a soddisfazione della propria curiosità.
        😛

        1. La curiosità è ciò che spinge alla ricerca della conoscenza, e l’esplorazione è il metodo empirico per acquisirla. Ma la conoscenza non è mai a sufficienza 😉

    1. non hai torto, sai? Mancano di spontaneità, sembrano di plastica, ecco potrei dire che non sono ruspanti. Poi dipende dai punti di vista. Cmq quello dell’Uffa è il migliore.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...