Tranquilli, adesso tocca a noi

bello bello sexxxxxxy……e siccome sono democratica infarcirò l’articolo con le foto di Al Pacino che a me piace tanto ma proprio tanto ma tantissimo, insomma per lui farei pazzie. Ho detto che le farei, ma ho avuto la fortuna di sposare un uomo che è la sua copia sputata. Sennò sarei già volata a Hollywood per sedurlo.

Ma guardate questa tratta dal film “Scarface”, non è figo? Bellisssssssimo…..

Andiamo avanti.

Abbiamo visto quello che gli uomini, certi uomini e, mi duole dirlo,   famosi, pensano delle donne. Gli aforismi erano tanti, lo so, ma vale la pena di leggerli tutti per farsi un’idea di quanto può essere meschino un uomo.  E il bello è che non capiscono che più cercheranno di calpestarci la testa più noi la alzeremo. La loro prepotenza, la loro vigliaccheria non sono altro  che una forma di difesa nei nostri confronti. Vediamo dunque che si dice degli uomini da parte delle donne

QUELLO  CHE  NOI  DONNE  PENSIAMO  DI  LORO

Un uomo è due persone, sé stesso e il suo  birillo. Un uomo porta sempre il suo amico alle feste. Dei due, l’amico è più simpatico, perché è più spontaneo nel manifestare i suoi sentimenti. Beryl Bainbridge  (è vero, non sa fingere, lo si può appurare con una palpata)

Il compito di noi donne è di innalzare la razza umana. Gli uomini devono cercare di raggiungerci. E ne hanno ancora per circa un milione di anni. Roseanne Barr, su La Stampa, 1989  (dura lex sed lex)

L’uomo, quell’inutile pezzo di carne attaccato a un pene. Jo Brand  (e per fortuna che c’è quello che ognitanto gli dà una mano a sembrare più vivace)

La paura degli uomini di fronte all’energia creativa delle donne non ha mai trovato un’espressione più chiara e completa di questa: “per la donna, bambini, cucina, chiesa”. Pearl Sydenstricker Buck, Alle mie figlie con amore, 1967  (eh, purtroppo è vero, è che sono un pò limitati nelle loro espressioni, ci sono pochi verbi e aggettivi e sostantivi)

Un uomo può indossare ciò che vuole. Resterà sempre un accessorio della donna. Coco Chanel  (chapeau,  Madame!)

Nella vita abbondano i maschi, ma scarseggiano gli uomini. Bette Davis  (come darle torto?)

A qualunque donna piacerebbe essere fedele. Difficile è trovare un uomo a cui esserlo. Marlene Dietrich  (e quindi come fa una povera donna? E’ quasi costretta, capite?)

Molti uomini devono la loro fama di amanti alla discrezione delle donne. André-Robert Andréa de Nerciat, Félicia ou Mes Fredaines, 1772   (sì, perchè se noi dicessimo veramente come stanno le cose…..ha voglia, altro che instancabili stalloni! Sarebbe sempre la classica sveltina…..)

Se vuoi che venga detto qualcosa, chiedi a un uomo, se vuoi che venga fatto qualcosa, chiedi a una donna.  Margaret Thatcher  (prendere atto)

Non è bello quando un uomo serve solo da piedistallo al suo birillo.  Julija Voznesenskaja, Il Decamerone delle donne, 1987  (bè insomma signora, spesso è proprio così, sono loro che ci tengono ad esserlo.

Quando si tratta di leggere negli occhi di una donna, la maggior parte degli uomini è analfabeta.  Heidelinde Weis   (e il guaio è che non serve neppure far fare loro un corso acceleratoo…..)

Non fare che un uomo solo occupi la tua vita: prendili in mazzo e piantali!  Mae West, Non sono un angelo, 1933  (gran donna Mae WWest!)

Come avrete notato gli aforismi dedicati agli uomini sono sì perfidi, ma addolciti da una sottile ironica benevolenza nei loro confronti, noi donne siamo decisamente più eleganti  e raffinate nelle nostre espressioni, insomma ci facciamo capire senza essere troppo pesanti, mentre loro, gli uomini, di solito hanno la delicatezza di un panzer tedesco. A proposito di eleganza e raffinatezza, ho pensato fosse meglio usare “birillo”, senz’altro meno volgare del termine usato dalle gentili Beryl Bainbridge e Julija Voznesenskaja, nella fattispecie “cazzo”.

At last but not least, i commenti tra parentesi sono miei.

E per finire in bellezza…..no voglio dire,  un’altra fotina di Al Pacino ce la devo pur mettere……

fichissimo

Annunci

Autore:

Pensate quello che più vi piace. Per me è ininfluente

27 pensieri riguardo “Tranquilli, adesso tocca a noi

  1. Resta dubbio, dopo tanto discorrere, se le donne preferiscano essere prese, comprese o sorprese.
    Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

    I briganti ti chiedono la borsa o la vita; le donne le vogliono tutt’e due.
    Samuel Butler

    Sono due i giorni in cui una donna è un piacere: il giorno in cui un uomo la sposa, e il giorno in cui la seppellisce.
    Ipponatte, Frammenti, VI sec. a.e.c.

    E tralascio Oscar Wilde, caustico ma troppo gaio per non apparire invidioso (ma ci azzecca, eccome!!)

        1. Non l’ ho ribaltata io ma uno anonimo del 700. Può darsi che si sia ispirato ad Ipponatte oppure che sia stata un’ intuizione sua. Chi può dirlo? Può darsi che l’ anonimo si sia svegliato una mattina ed abbia pensato tra sé e se:”mi punge vaghezza di dire qualcosa di intelligente” e così ha fatto, magari non sapeva neppure chi fosse Ipponatte, oppure lo sapeva benissimo. Ma che vuoi farci, la Storia è piena di inesattezze e di zone oscure…

  2. “…. Per esempio, c’è una bella ragazza e ci faccio l’amore in tutti i modi immaginabili, poi lei va in bagno ha un’esitazione, si volta… e vede me, non ha scopato con un plotone di Marines, solo con me ed ha tutta l’aria di una che si domanda: come cavolo avrà fatto? Con me le donne sorridono come la Gioconda. “

    1. Con te sorridono come la Gioconda ? Fossi in te mi preoccuperei un pò…non si è ancora capito bene perché sorrideva e se sorrideva. Potrebbe essere anche un ghigno sardonico e non è un buon segno.

  3. Una cosa secondo me balza all’occhio, nel leggere questi aforismi e quelli del post precedente… che in quanto a idee fisse uomini e donne si somigliano più del previsto, in pratica parlano sempre e solo dello stesso argomento…
    Più eleganti le battute al femminile?! Condivido… ma, ehm, non sarà anche un pelino dovuto al fatto che le ha selezionate una donna?
    Sorrisone, tuo
    cosimo

    1. Può essere, però bisogna dire per onestà che tanta eleganza nasconde spesso una sottile perfidia. Sì insomma, diciamolo, noi donne sappiamo essere terribili. Faccio l’esempio di un uomo che finalmente riesce a mettere le mani su un suo nemico, finalmente può liberarsi di lui e vendicarsi dei torti da lui subiti, i più turpi ed esecrabili, talmente orrendi da giustificare l’omicidio che sta per commettere. Ebbene l’uomo lo uccide con un colpo secco, di arma da fuoco, di coltello, di randello, quello che vi pare ma un colpo solo ma fatale. Una donna no, una donna non resiste e lo ucciderà lentamente con sadismo calcolato, con fredda determinazione.

  4. beata te. Io non ho avuto la fortuna di sposare la sosia della Tatangelo… sennò tu non avresti avuto la fortuna di conoscermi.

  5. Ovvio. Loro sono celebri. Possono dire quello che vogliono. Tanto avranno comunque e sempre uomini a vagonate. Se poi sono gay vanno ancora meglio.

  6. Nel mondo dell’iperuranio forse ….
    Nella realtà … le cose sono molto più semplici e banali.
    Ecco é la banalità ciò che spaventa gli uni e le altre ed é per questo che si cerca l’effettaccio.
    Siamo più banali e per gli ometti anche più prevedibili

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...